QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10°16° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 12 novembre 2019

Attualità venerdì 23 gennaio 2015 ore 19:03

Tutte le novità del Porta a porta che cresce

Tra marzo e aprile la raccolta casa per casa si estenderà a tutto il territorio, alla stazione però resterà Igenio. In arrivo verifiche, nel 2014 in 350 hanno buttato la spazzatura una volta in 365 giorni



PONTEDERA — Lettere di verifica a chi ha Igenio, modifiche al Porta a porta del centro città, estensione totale del servizio ad aprile e tariffa puntuale nel 2016.

Il Porta a porta si estende - Dal 2 marzo il Porta a porta coprirà l'85 per cento del territorio comunale di Pontedera estendendosi anche Fuori del ponte, zona stadio, La bianca, Pietroconti, La Rotta, Montecastello e Botteghino. Per preparare al meglio i cittadini Geofor e il Comune di Pontedera hanno organizzato una serie di incontri pubblici, altri incontri con gli amministratori di condomini (da otto alloggi e oltre), assemblee con le utenze non domestiche e punti informativi sul territorio con gazebo (questa la novità rispetto alle altre volte). Inoltre per le prime due o tre settimane i cassonetti rimarranno sul territorio, prima di essere definitivamente rimossi.

L'assessore Matteo Franconi ha incontrato ieri, insieme al presidente di Geofor Paolo Marconcini i membri delle tre consulte di quartiere interessate all'arrivo del nuovo metodo di smaltimento della spazzatura domestica: “Geofor sta concludendo la consegna dei mastelli – spiega Franconi – ci siamo in più direzioni per fornire più informazioni e appoggio possibile alla cittadinanza, la novità di questa volta sono i gazebo che vedranno presenti addetti di Geofor, personale dell'ufficio ambiente del Comune, volontari dell'Arci e membri delle consulte di quartiere”. Franconi si aspetta che con l'inizio del Porta a porta in queste nuove zone a Marzo (quello alla Bellaria, Treggiaia e Galiberti è previsto per aprile, ndr) si raggiunga il 70 per cento di raccolta differenziata, a novembre 2014 il Comune di Pontedera viaggiava intorno al 56 per cento (ma solo il 50 per cento del territorio è adesso coperto col Porta a porta. Il restante si divide tra sistema Igenio e cassonetti normali, che però cesseranno di esistere dopo aprile).

2016, tariffa puntuale? - Altro obiettivo dell'Amministrazione e di Geofor è la tariffa puntuale che potrebbe essere sperimentata dal prossimo anno, permettendo ai cittadini di pagare per quanta spazzatura producono.

Condomini – Negli alloggi con più di otto utenze, quindi con amministratore di condominio sarà possibile avere un bidoncino condominiale: “Geofor è disposta a piazzare, su richiesta, bidoncini anche in agglomerati più piccoli” spiega l'addetto stampa David De Filippi.

Modifiche da fare nella raccolta in centro città – L'assessore Franconi dopo aver anticipato l'obiettivo della tariffa puntuale nel 2016 ha poi aggiunto: “Dopo l'istituzione del Porta a porta su tutto il territorio comunale provvederemo a ripensare alcune fasi della raccolta nel centro città”. L'assessore fa l'esempio del corso Matteotti: “Abbiamo fatto presente a Geofor che non va bene che alle 20 col corso pieno di gente i negozi siano costretti a mettere fuori la spazzatura. Magari organizzeremo una raccolta ad hoc per i commercianti in orari diversi”.

Igenio resta – Il sistema di raccolta Igenio serve circa 3500 utenze sulle 12mila totali di Pontedera. Spesso criticato non è però in discussione per l'Amministrazione: “Non c'è in progetto di sostituire Igenio – afferma Franconi - secondo noi è un ottimo sistema. Una valutazione reale di Igenio potrà essere fatta solamente quando il Porta a porta sarà completo. In quel momento sapremo davvero come funziona perché i cittadini non potranno andare a conferire i rifiuti nei cassonetti da altre parti nella città”.

Un solo conferimento in un anno, in arrivo lettere e verifiche a chi ha Igenio – L'assessore Franconi ha poi aggiunto che sono in preparazione delle lettere agli utenti, circa 350 che, dai dati delle chiavette Geofor per Igenio (per aprire i cassonetti Igenio ogni utente ha una chiave magnetica, ndr) nel 2014 hanno conferito i rifiuti una sola volta in 365 giorni.

Più vigilanza – Per concludere e per evitare i soliti furbi Franconi ha fatto sapere che aumenterà il numero dei vigili ambientali che controlleranno i conferimenti dei cittadini.

René Pierotti
© Riproduzione riservata



Tag

Meloni: "Draghi al Colle? Not in my name"

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Cronaca