Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:PONTEDERA21°33°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 27 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
La grandine manda in tilt l'autostrada A1: auto devastate, parabrezza sfondati e code infinite

Cultura sabato 05 aprile 2014 ore 16:35

​Un robot per curare le lesioni midollari

Presentato il prototipo del Sant’Anna che aiuta i mielolesi nella riabilitazione. Sarà sviluppato dall’Aoup e dall’Istituto di Biorobotica



PROVINCIA DI PISA — Contro le barriere architettoniche e a supporto di chi ha subito lesioni midollari arriva il robot indossabile ideato dai ricercatori dell’istituto di biorobotica della Scuola Superire Sant’Anna. L’esoscheletro, un cui prototipo è stato presentato nei giorni scorsi durante un convegno a Pisa, verrà sviluppato dall’istituto e dall’Azienda ospedaliero universitaria pisana.

Il robot permette ai pazienti di restare in piedi e addirittura di alzarsi dalla sedia a rotelle, agevolando così il percorso riabilitativo di quelle persone che hanno subito lesioni alla colonna. Un sistema robotico è già stato acquisito dal centro mielolesi dell’Aoup, che farà da base per svilupparne uno ancora più efficace, nell’ambito di un progetto triennale di ricerca appena avviato e finanziato con circa 500mila euro dal ministero della Salute.

Grazie a questo progetto di ulteriore sviluppo, il sistema robotico presentato alla Giornata nazionale della persona con lesione al midollo spinale costituirà la base di partenza per un significativo miglioramento delle funzionalità e delle prestazioni robotiche degli esoscheletri. “Il nostro obiettivo – ha spiegato la direttrice del centro mielolesi Giulia Stampacchia – è arrivare a un’ortesi, cioè a un sistema che permetta a chi lo indossa di muoversi stando in piedi, lasciando così la sedia a rotelle. Questo porterà indubbi vantaggi alle persone con lesione al midollo spinale. Pensiamo a Pisa e a tutte le città dove, nonostante il grande impegno delle Amministrazioni, restano molte barriere architettoniche, superabili con difficoltà da chi sta in sedia a rotelle”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ancora numeri a due cifre sui nuovi casi di positività in Valdera. Sono 31 in provincia di Pisa e 361 in tutta la regione
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Angiolo Giubbolini

Domenica 25 Luglio 2021
Onoranze funebri
Mancini & De Santi Capannoli, Fornacette
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità