Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:53 METEO:PONTEDERA11°21°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 08 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Aliseo, «I libici hanno sparato sul peschereccio per uccidere»

Cultura sabato 05 aprile 2014 ore 16:35

​Un robot per curare le lesioni midollari

Presentato il prototipo del Sant’Anna che aiuta i mielolesi nella riabilitazione. Sarà sviluppato dall’Aoup e dall’Istituto di Biorobotica



PROVINCIA DI PISA — Contro le barriere architettoniche e a supporto di chi ha subito lesioni midollari arriva il robot indossabile ideato dai ricercatori dell’istituto di biorobotica della Scuola Superire Sant’Anna. L’esoscheletro, un cui prototipo è stato presentato nei giorni scorsi durante un convegno a Pisa, verrà sviluppato dall’istituto e dall’Azienda ospedaliero universitaria pisana.

Il robot permette ai pazienti di restare in piedi e addirittura di alzarsi dalla sedia a rotelle, agevolando così il percorso riabilitativo di quelle persone che hanno subito lesioni alla colonna. Un sistema robotico è già stato acquisito dal centro mielolesi dell’Aoup, che farà da base per svilupparne uno ancora più efficace, nell’ambito di un progetto triennale di ricerca appena avviato e finanziato con circa 500mila euro dal ministero della Salute.

Grazie a questo progetto di ulteriore sviluppo, il sistema robotico presentato alla Giornata nazionale della persona con lesione al midollo spinale costituirà la base di partenza per un significativo miglioramento delle funzionalità e delle prestazioni robotiche degli esoscheletri. “Il nostro obiettivo – ha spiegato la direttrice del centro mielolesi Giulia Stampacchia – è arrivare a un’ortesi, cioè a un sistema che permetta a chi lo indossa di muoversi stando in piedi, lasciando così la sedia a rotelle. Questo porterà indubbi vantaggi alle persone con lesione al midollo spinale. Pensiamo a Pisa e a tutte le città dove, nonostante il grande impegno delle Amministrazioni, restano molte barriere architettoniche, superabili con difficoltà da chi sta in sedia a rotelle”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Emergenza Covid, mentre la Toscana va verso la terza settimana consecutiva di zona gialla ci sono alcuni territori ancora a rischio
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Lavoro

Cultura

Attualità