Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:06 METEO:PONTEDERA13°17°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 29 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il Texas prima e dopo gli incendi, la devastazione vista dal satellite

Attualità domenica 15 gennaio 2023 ore 19:00

Terzo mandato, quali sindaci potrebbero restare?

Una legge approvata nello scorso anno estende la possibilità di ricandidarsi per la terza volta ai Comuni con meno di 5mila abitanti. Gli scenari



VALDERA — Era Aprile dello scorso anno quando, al Senato, la legge sul terzo mandato dei sindaci di Comuni con meno di 5mila abitanti è stata approvata. Nessun voto contrario, 190 sì e 23 astenuti: un mezzo plebiscito che darà la possibilità a oltre mille sindaci di tutta Italia di tentare il tris.

Fino a quel momento, infatti, i primi cittadini dei Comuni con meno di 5mila abitanti erano equiparati ai "più grandi" e il terzo mandato era un'ipotesi garantita soltanto ai sindaci dei Comuni con meno di 3mila abitanti. Dalle elezioni di Giugno 2022, invece, si sono aperti nuovi spiragli.

Una norma che, naturalmente, incide anche in Valdera. Per Chianni e Lajatico non cambierà niente, in quanto popolati da meno di 3mila abitanti e, per questo, già ricompresi tra quelli dove vige la possibilità del terzo mandato. Per Giacomo Tarrini e Alessio Barbafieri, dunque, arrivare a 15 anni come sindaco era già un'ipotesi percorribile.

Cambia la storia, eccome, per PalaiaPeccioli e Terricciola. Rispettivamente, come riportato da Istat al 31 Dicembre 2021, i tre Comuni hanno 4.535, 4.666 e 4.460 abitanti. Dunque, ricompresi nella fascia tra i 3mila e i 5mila: proprio quella degli enti che hanno ricevuto il via libera dal Parlamento per il terzo mandato.

Non in tutti e tre, comunque, il sindaco è al secondo mandato: a Terricciola, infatti, Mirko Bini è stato eletto per la prima volta nel 2019. Dunque, per lui la possibilità di ricandidarsi era comunque prevista. Discorso diverso, invece, per Marco Gherardini e Renzo Macelloni, che nel 2024 concluderanno il proprio decennio. Per loro, il terzo mandato potrebbe essere il primo, storico risultato della nuova legge.

Resta da valutare, comunque, per Peccioli e Lajatico, l'impatto di una possibile fusione. In questo caso, gli abitanti supererebbero quota 5mila, ma comunque si tratterebbe di un nuovo Comune. E, di fatto, tanto Barbafieri quanto Macelloni potrebbero candidarsi come sindaco. Considerazioni che, da qui al 2024, dovranno essere fatte.

Non sono interessati, invece, gli altri sindaci che andranno in scadenza il prossimo anno: Mirko Terreni per Casciana Terme Lari, Cristiano Alderigi per Calcinaia, Francesca Brogi per Ponsacco, Matteo Franconi per Pontedera e Matteo Ferrucci per Vicopisano. 

Mentre, per Buti e Capannoli, non è da escludere che questo anno possa riservare delle sorprese. Infatti, in Parlamento, oltre a ripristinare le Province con elezione diretta del presidente, potrebbe essere avanzato un'ulteriore estensione del terzo mandato, che potrebbe riguardare i Comuni fino a 7.500 abitanti.

Un'ipotesi, per il momento, che però interesserebbe da vicino la sindaca Arianna Buti, anche se è stata eletta per la prima volta da poco più di un anno, e la sindaca Arianna Cecchini, giunta invece quasi al termine del secondo mandato.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Da Campi Bisenzio arriva Francesco Frutti, che guiderà il corpo dell'Unione Valdera: "Rafforzeremo le operazioni di pattugliamento”
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

GIALLO Mazzola

Attualità

Attualità

Cronaca