QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 14°16° 
Domani 15°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 18 settembre 2019

Politica domenica 15 maggio 2016 ore 13:30

Bilanci approvati in fretta e furia ma in ritardo

Marrica Giobbi

La denuncia arriva da Marrica Giobbi della Lega Nord: "Interpellerò prefettura e corte dei conti. Alcune opposizioni sono state troppo morbide"



VICOPISANO — "La maggioranza del Comune di Vicopisano, contro ogni logica ed ogni ragionevolezza, nel tardo pomeriggio di giovedì scorso, in una unica seduta, ha preteso di approvare il bilancio consuntivo e quello di previsione, tutto insieme, in un colpo solo e comunque oltre il termine del 30 aprile imposto dalla legge".

Per Giobbi è mancato il tempo per analizzare tutto il lavoro svolto dall'amministrazione: "L’eventuale spostamento di una settimana o due, che avrebbe consentito due discussioni separate ed a più ampio respiro, non avrebbe implicato alcun problema. Così ne è derivata solo confusione con un affastellamento di documenti e relazioni contabili di cui mi risulta arduo immaginare che i consiglieri comunali abbiano letto e compreso. Il sindaco e la sua giunta, a termini scaduti, hanno deciso di approntare in fretta e furia una massa di documenti che avrebbero richiesto un minimo di tempo per una corretta analisi ed un’eventuale integrazione con specifici emendamenti, opportuni nell’interesse della collettività". 

"La fretta - ha calcato la mano Giobbi - è stata cattiva consigliera tanto che a prescindere dal contenuto ampiamente criticabile, sono state compromesse anche le regole formali. La sottoscritta, capogruppo della Lega, non ha potuto far altro che chiedere una breve sospensiva, una dilazione di una settimana. A fronte dei precisi appunti che ho sollevato, per ben due volte è stata sospesa la seduta per mezz’ora al fine di verificare le ragioni di quanto esposto, segno evidente che più di una perplessità è serpeggiata anche tra le fila della maggioranza". 

"Alla fine - ha proseguito il consigliere di opposizione - la colpa è stata attribuita al Governo che ha imposto tempi stretti ed una mole considerevole di documenti da predisporre. C’è da dire che diversi Comuni sono riusciti a rispettare i tempi presentando i bilanci entro il 30 aprile. Altri non ci sono riusciti, ma non per questo si sono permessi di condensare in un’unica seduta l’approvazione di tutto il malloppo: rendiconto e bilancio di previsione. Si è voluto far valere la forza dei numeri, di fronte al quale scolora la buona amministrazione. Contro ogni ragionevolezza, trasparenza e rispetto per la democrazia". 

Giobbi ha minacciato azioni legali: "Con assoluto svilimento del ruolo di controllo che ogni consigliere è tenuto ad esercitare, di fronte al quale la sottoscritta interpellerà le autorità competenti, Prefettura e Corte dei Conti, per sapere se la procedura è stata lecita. Alcune componenti di minoranza, ed in specifico il gruppo Vicopisano cambia verso, su atti fondamentali come i bilanci e per di più redatti nel modo detto, hanno garantito, con la loro astensione, un’opposizione che definire morbida è un delicato eufemismo".



Governo, Malpezzi: «Uscita dal Pd? Ora non è priorità»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Sport

Sport