QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 13° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 09 dicembre 2019

Attualità mercoledì 06 settembre 2017 ore 14:30

Pulire i fossi privati, prima delle piogge

L'ordinanza del sindaco Taglioli fissa in sabato 30 settembre la data ultima per provvedere alla pulizia degli spazi privati. Multe fino a 500 euro



VICOPISANO — Il sindaco Juri Taglioli ha parlato della pulizia dei fossi: "Come tutti gli anni il 30 settembre, in base all'ordinanza 71 del 2003, è l'ultimo giorno utile utile per provvedere alla pulizia delle fosse di scolo di campagna, da parte dei proprietari, conduttori di fondi agricoli e frontisti delle strade comunali, rurali, poderali e interpoderali anche a tutela della pubblica incolumità. Invito ogni persona coinvolta a provvedere, se ognuno fa la sua parte il disagio per la collettività è minore e si può vivere meglio e soprattutto più sicuri". 

L'obbligo di ripulitura entro il 30 settembre, a pena di sanzioni, si rende necessario e urgente, prima della stagione delle piogge, in un territorio critico come quello di Vicopisano, stretto fra Monte e fiume, perché durante gli eventi alluvionali alcune aree potrebbero subire aggravamenti dei danni proprio a causa della mancata manutenzione della regimazione di scolo delle acque piovane sulle aree rurali, sulle fosse di scolo, nonché a causa della mancata cura dei terrazzamenti. 

"Vista, quindi, la necessità di fare in modo che siano presi tutti gli accorgimenti pratici affinché non si verifichino allagamenti con conseguenti danni alla collettività - ha continuato Taglioli - si ordina ai soggetti indicati nell'ordinanza e disponibile su www.viconet.it: ripulitura dei fossi e delle scoline, mediante sfalcio, taglio e allontanamento della vegetazione invadente, rimozione di qualsiasi ostacolo o impedimento al libero deflusso delle acque e mantenimento della sezione originale dei manufatti; scavo, nelle aree di pianura, a livello dei fossi di scolo, con particolare attenzione al livello originario di scorrimento delle acque, in modo da impedire qualsiasi ristagno o rallentamento; ripulitura dei tombini dei tratti tubati e dei ponticelli dei passi carrabili e manutenzione dei muretti a secco e del reticolo scolante dei terrazzamenti".

Tutti coloro che hanno l'obbligo di provvedere a quanto sopra descritto, nel caso non dovessero adempiere entro il 30 settembre, saranno soggettti all'applicazione di sanzioni amministrative fino a 500 euro per ogni proprietà. Qualsiasi danno dovesse verificarsi a causa del mancato adempimento dei lavori descritti nell'ordinanza, sarà direttamente imputato agli inadempienti, unitamente a tutte le spese che verranno riscontrate. Da tenere presente che: è vietato depositare sulle banchine stradali il materiale proveniente dalla ripulitura delle fosse, che deve essere rimosso e regolarmente smaltito a cura e spese degli interessati al momento dell'esecuzione del lavoro, tutti gli agenti della forza pubblica e il personale tecnico addetto provvederanno, ciascuno per le rispettive competenze, alla vigilanza, al controllo e all'esecuzione dell'ordinanza. 

"Prima della stagione delle pioggie - ha concluso il sindaco - porteremo a termine anche la pulizia delle caditoie stradali, partendo da quelle segnalateci dai cittadini e passando immediatamente dopo a quelle collocate in punti critici del territorio, in modo da farci trovare più pronti possile anche considerata la notevole mole di interventi ordinari e straordinari per la sicurezza idrogeologica portati avanti nei mesi scorsi, di cui abbiamo dato ampia notizia, in una serie di azioni congiunte fra Amministrazione, Consorzi di Bonifica, Genio Civile e associazioni di volontariato e che hanno riguardato tutto il territorio".



Tag

Segre e Mattarella alla Prima della Scala di Milano

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità