QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 12° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 09 dicembre 2019

Attualità sabato 18 marzo 2017 ore 17:15

"Accorpamento forzato contro la nostra volontà"

Il sindaco Buselli commenta la decisione presa in consiglio regionale sulla zonizzazione sanitaria: "Il matrimonio forzato prende il nome del Pd"



VOLTERRA — "Il matrimonio forzato delle zone distretto più disagiate, a dispetto della volontà di otto Comuni che avevano più volte manifestato la loro contrarietà, ha ora un nome ed un cognome: Partito Democratico". Così il sindaco Marco Buselli commenta la decisione presa in consiglio regionale della zonizzazione sociosanitaria.

"In un silenzio assordante si è consumato l'accorpamento forzato della nostra zona sociosanitaria, senza nessuna comunicazione istituzionale in merito. L'Alta Valdicecina andrà così dal 2018 in un calderone di diciassette Comuni, assieme a Bientina, Calcinaia, Pontedera. Ho appreso della cosa, dal momento che era difficile reperire notizie compiute nel merito, dal Consigliere regionale Cinque Stelle Andrea Quartini. I due emendamenti proposti dal gruppo a salvaguardia delle zone disagiate sarebbero stati bocciati senza esitare. Anche gli altri gruppi di minoranza hanno votato contro".

E riguardo il Partito Democratico, Buselli aggiunge: "Un nome di cui ricordarsi, quando anche gli elettori della nostra zona saranno chiamati al voto. Una decisione che è stata presa contro le volontà, esplicitate più volte in documenti ufficiali, dei territori. Anche le alternative proposte non sono state prese minimamente in considerazione. Vergogna".



Tag

Terremoto a Firenze, alle 9.10 ancora fermi i treni in stazione

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca