QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 15°16° 
Domani 13°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 19 ottobre 2019

Attualità sabato 18 marzo 2017 ore 17:15

"Accorpamento forzato contro la nostra volontà"

Il sindaco Buselli commenta la decisione presa in consiglio regionale sulla zonizzazione sanitaria: "Il matrimonio forzato prende il nome del Pd"



VOLTERRA — "Il matrimonio forzato delle zone distretto più disagiate, a dispetto della volontà di otto Comuni che avevano più volte manifestato la loro contrarietà, ha ora un nome ed un cognome: Partito Democratico". Così il sindaco Marco Buselli commenta la decisione presa in consiglio regionale della zonizzazione sociosanitaria.

"In un silenzio assordante si è consumato l'accorpamento forzato della nostra zona sociosanitaria, senza nessuna comunicazione istituzionale in merito. L'Alta Valdicecina andrà così dal 2018 in un calderone di diciassette Comuni, assieme a Bientina, Calcinaia, Pontedera. Ho appreso della cosa, dal momento che era difficile reperire notizie compiute nel merito, dal Consigliere regionale Cinque Stelle Andrea Quartini. I due emendamenti proposti dal gruppo a salvaguardia delle zone disagiate sarebbero stati bocciati senza esitare. Anche gli altri gruppi di minoranza hanno votato contro".

E riguardo il Partito Democratico, Buselli aggiunge: "Un nome di cui ricordarsi, quando anche gli elettori della nostra zona saranno chiamati al voto. Una decisione che è stata presa contro le volontà, esplicitate più volte in documenti ufficiali, dei territori. Anche le alternative proposte non sono state prese minimamente in considerazione. Vergogna".



Tag

Matteo, il bodybuilder «squalificato» alla macchina della verità

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Politica

Politica