QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 14° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 13 novembre 2019

Attualità venerdì 05 dicembre 2014 ore 07:45

A Paolo Dario le chiavi della città

La consegna in Comune da parte del sindaco Millozzi. Giornata di iniziative legate ai 25 anni della fondazione del primo laboratorio di BioRobotica



PONTEDERA — Rispetto al 1989, quando il primo laboratorio dell’attuale Istituto di BioRobotica era ospitato a Pisa, all’interno della sede storica della Scuola Superiore Sant’Anna, sembra che siano trascorsi più di 25 anni. Merito del prodigioso sviluppo? Il rilevantissimo contributo di Paolo Dario e del suo gruppo.

E a questo proposito, al direttore Paolo Dario, saranno consegnate in Comune, le chiavi della città da parte del sindaco Simone Millozzi.

 Nel corso degli anni, si sono definite con maggior precisione le aree di ricerca, nel frattempo è aumentato anche lo spazio occupato dai laboratori. Infatti, all’inizio degli anni duemila, è stato inaugurato il Polo Sant’Anna Valdera a Pontedera, recuperando aree produttive dismesse dalla Piaggio: dove prima nasceva la Vespa, uno dei simboli della migliore creatività che onora il made in Italy nel mondo, adesso si sviluppano i progetti di innovazione e di robotica illustrati sulle più rilevanti riviste scientifiche internazionali per i quali si è alzata sempre più l’asticella della loro sfida scientifica.

Docenti, ricercatori, assegnisti, attività didattiche, sono cresciute sempre più, in termini quantitativi ma soprattutto qualitativi, e nel 2011 – grazie alla riorganizzazione complessiva delle attività di ricerca della Scuola Superiore Sant’Anna – è nato l’Istituto di BioRobotica che ha riunito l’attività di diversi laboratori, trovando sede al Polo Sant’Anna Valdera di Pontedera e in altre strutture come lo scoglio della regina, a Livorno, diventato l’avamposto per lo sviluppo della rivoluzionaria soft robotics e della robotica marina.

25 anni di ricerca guardando soprattutto al futuro, grazie ai nuovi progetti di sviluppo, uno dei quali porta alla realizzazione dell’atelier della robotica.

Come il Polo Sant’Anna Valdera, anche l’atelier della robotica trova sede in una delle aree che Piaggio ha lasciato libere, diventando un’infrastruttura con ben pochi eguali, destinata ad esplorare la robotica in tutte le sue potenzialità. 

Ecco dunque, l'odierno programma (venerdì 5 dicembre).

Si comincia alla biblioteca Giovanni Gronchi per poi trasferirsi a palazzo Stefanelli.

Ore 17: taglio del nastro della sala Asimov e presentazione del progetto “Atelier
della Robotica”. Intervengono Roberto Cerri, direttore della biblioteca Gronchi; Simone Millozzi, sindaco di Pontedera; Paolo Dario, direttore dell’Istituto
di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna; Liviana Canovai, assessore alla Cultura Comune di Pontedera.

Ore 17.30: presentazione del volume “Pontedera città dei motori e dell’innovazione”, Tagete Edizioni.
A seguire tavola rotonda: “Uno sguardo sull’Istituto di BioRobotica”. Previsti interventi di: Paolo Dario con gli “ex allievi”, l'onorevole Maria Chiara Carrozza, professore di Bioingegneria industriale alla Scuola Superiore Sant’Anna; Eugenio Guglielmelli, pro-rettore alla Ricerca al Campus Biomedico di Roma; Renzo Valleggi, presidente Scienzia Machinale, prima azienda spin off dell’odierno Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna. Moderano: Michele Quirici e Valentina Filidei di Tagete Edizioni.

Ore 19, in Comune a Pontedera, la consegna delle chiavi della città a Paolo Dario.



Tag

Matteo Salvini fa l'accento romagnolo mentre visita un'azienda per la campagna elettorale in Emilia-Romagna

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Cronaca