Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:44 METEO:PONTEDERA18°31°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 19 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Ardea, la madre del killer Pignani: «Come si può arrivare a tanta ferocia? Il gesto di mio figlio non può essere giustificato»

Attualità mercoledì 18 aprile 2018 ore 07:15

Come il Piano operativo cambierà il territorio

Prosegue il processo partecipativo per la stesura del primo Piano operativo comunale. I cittadini posso avanzare proposte e suggerimenti



BIENTINA — Per il Comune di Bientina continua il procedimento per la formazione del primo Piano operativo e della contestuale variante di adeguamento del Piano strutturale, approvato nel 2007 prima delle previsioni regionali approvate con il Piano di Indirizzo Territoriale (Pit). L’adeguamento del Piano strutturale comunale è necessaria dal momento che il piano regionale ha recepito le normative nazionali relative alla tutela del paesaggio all’interno del Piano paesaggistico regionale (Ppr).

"Il nuovo Piano operativo - spiegano dall'amministrazione bientinese - si pone gli obiettivi di tutelare il territorio e i corsi d’acqua esistenti verificando le criticità idrauliche e geologiche (favorendo così l’agricoltura e il ripristino delle vegetazioni) tutelare i boschi e la vegetazione al limite della campagna, disegnare un perimetro dei centri abitati e ricostruire un confine urbano certo. Inoltre, prevede l’attuazione di interventi convenzionati che, in aggiunta all’edificazione coerente con il paesaggio tradizionale, permettano la realizzazione di nuove infrastrutture, favorisce l’individuazione dei nuclei rurali e delle caratteristiche da tutelare per sviluppare il turismo senza consumo di suolo, punta a mantenere e sviluppare il verde pubblico".

"Nel dettaglio - spiegano ancora dal palazzo comunale -, per quanto riguarda il territorio bientinese, il Piano operativo vuole migliorare l’ingresso nel capoluogo, tutelando il centro storico e ridisegnando la viabilità di accesso al centro abitato per i mezzi pesanti, sviluppare marciapiedi e piste ciclabili per unire al paese sia la campagna che la zona industriale, riqualificare di fabbricati ed aree in disuso ed abbandonate, valorizzare i caratteri del paesaggio agricolo del padule con il mantenimento delle opere di sistemazione idraulica- agraria, prevedere nella località Quattro Strade nuove sistemazioni per le strutture scolastiche, prevedere nella località di Santa Colomba la realizzazione di una centralità di quartiere in prossimità dell’attuale Chiesa, sviluppare i collegamenti pedonali e ciclabili delle due località di collina con alcuni luoghi e servizi pubblici".

Per visionare la bozza del Piano i cittadini possono rivolgersi al Garante per l'informazione e la partecipazione, telefonando al n. 0587.758434 o visitando l'ufficio, aperto al pubblico il lunedì dalle 8,30 alle 13, il martedì dalle 8,30 alle 13 e dalle 15,30 alle 18,00 e il giovedì dalle 8,30 alle 13.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il furto è avvenuto al ponte alla Botte, dove sono sparite sei vaschette di fiori che abbellivano la zona. La rabbia del sindaco
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Francesca Viscariello

Venerdì 18 Giugno 2021
Onoranze funebri
MISERICORDIA Pontedera
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità