Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:00 METEO:PONTEDERA14°23°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 30 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
I Metallica suonano a Milano e in scaletta compare "Acida" dei Prozac+: il video

Attualità lunedì 24 ottobre 2022 ore 15:30

La Pista rivive per Baggiani e Orsini

Il velodromo prima che venisse abbattuto
Foto di: Piero Frassi

All'ex velodromo di Fornacette sarà inaugurato il Museo della bicicletta, con spazi dedicati a due volti storici della Polisportiva "Nevilio Casarosa"



CALCINAIA — Nell’area dell’ex velodromo di Fornacette, il ciclismo e la sua storia saranno protagonisti nell’inaugurazione del Museo della bicicletta intitolato a Manolo Baggiani, storico presidente della Polisportiva "Nevilio Casarosa".

Insieme al Museo della bicicletta, che sarà inaugurato sabato 29 Ottobre alle 15, prenderà ufficialmente vita il Centro polifunzionale "Velodromo" e sarà intitolata a Carlo Orsini, altro storico presidente della Polisportiva, l’area verde che circonda la struttura.

"Un modo per onorare la memoria di un luogo che è stato importante per tutta la nostra comunità - ha dichiarato il sindaco Cristiano Alderigi presentando l’iniziativa. Il complesso che verrà inaugurato è un esempio di recupero urbanistico che affianca una realtà museale a uno spazio vivo, che potrà essere utilizzato da tutte le associazioni del territorio.

"Si tratta di un luogo che raccoglie tutto quello che c’è e tutto quello che non c’è più - ha detto Stefano Stacchini - è l’intero luogo che deve essere visto come un monumentum, non solo i segni d’arte che saranno visibili sul posto".

Da tempo il velodromo non c’è più, ma a Fornacette è sempre rimasta la voglia e la necessità di fissare in modo tangibile la testimonianza di un mito, "La Pista", facendolo nel luogo dove si trovava fino al 2009. Una struttura che per oltre un secolo è stata un riferimento per la comunità e non solo per le corse ciclistiche.

"La Pista", come ha ricordato Marta Perini, presidente dell’Associazione "Manolo Baggiani", prese vita negli anni Trenta del secolo scorso e fu costruita dapprima in terra battuta per poi diventare in cemento. Con il passare degli anni, richiamò a Fornacette fior di campioni, determinati a sfidarsi fino all’ultimo giro sotto gli occhi degli appassionati sempre accorsi in gran numero.

Nel 1935 cominciò il campione cascinese Ettore Meini con Learco Guerra e Costante Girardengo. Nel dopoguerra fu il turno di Fausto Coppi insieme al fratello Serse e, negli anni Cinquanta e Sessanta, arrivarono i grandi Harris, Bebacher, Vittorio Adorni, Pambianco, Pinarello, Ogna, Faggin e Maspes.

In anni molto più vicini a noi ha pedalato su “La Pista” anche un giovanissimo Silvio Martinello, cinque volte campione del mondo e campione olimpico ad Atlanta 1996 nella corsa a punti, nonché quattro volte vincitore della Sei giorni di Milano.

"Correre in quell’impianto era difficile - ha ricordato Silvio Martinello, collegato in streaming alla presentazione dell’evento - le curve erano molto ardite, con una pendenza che metteva a dura prova le capacità dei corridori". Martinello sarà presente di persona all’inaugurazione insieme ad altri ospiti come Francesco Moser, Marco Villa e Dario Broccardo.

Moser non ha bisogno di presentazioni e oltre ad essere il ciclista italiano che vanta il maggior numero di successi, ben 273, è stato anche un ottimo pistard e detentore del record dell’ora. Villa, attuale commissario tecnico unico della Nazionale italiana di ciclismo su pista che nell'ultimo periodo ha fatto incetta di titoli mondiali è stato due volte campione del mondo nell'Americana in coppia con Martinello e tre volte vincitore della Sei giorni di Milano.

Infine, Broccardo, ex pistard e poi tecnico vincente quando ha allenato Giovanni Lombardi, oro nel 1992 a Barcellona nella corsa a punti su pista, e Antonella Bellutti, oro nel ’96 ad Atlanta nell’inseguimento, un risultato bissato a Sidney nel 2000 nella corsa a punti.

Manolo Baggiani e Carlo Orsini in vita hanno dedicato il loro tempo alla comunità di Fornacette educando i giovani allo sport. Ebbene, oggi sarebbero contenti.

Marco Burchi
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Danneggiamenti ai locali e disturbo ai lavoratori della struttura: la Polizia e la Municipale hanno fermato diversi ragazzi, molti dei quali minorenni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

GIALLO Mazzola

Attualità

Elezioni

Elezioni