QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10°10° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 12 novembre 2019

Attualità sabato 28 novembre 2015 ore 09:30

Nessuna teoria del gender nelle scuole comunali

Il Gruppo consiliare Centro sinistra Calcinaia giudica "infondati i timori suscitati con l’approvazione della mozione Educare alle differenze"



CALCINAIA — l gruppo consiliare “Centro Sinistra Calcinaia con Lucia Ciampi” e i partiti di maggioranza che lo appoggiano, Pd e Sel, vogliono "tranquillizzare la popolazione sul fatto che con la mozione approvata in consiglio comunale intitolata “Educare alle differenze”, non è stata introdotta nessuna teoria del gender nelle scuole comunali.

"Il testo della mozione era chiaro e per evitare polemiche e fraintendimenti, è stato espressamente precisatoche i percorsi di educazione alle differenze non sono diretti alla costruzione della sessualità ma di una pacifica convivenza di tutte le diversità”. Nonostante la chiarezza del testo - si sottolinea - qualcuno vi ha letto che sarebbe stata introdotta la fantomatica teoria del gender ossia che nelle scuole di Calcinaia il sesso non sarebbe più un dato biologico ma il frutto di un condizionamento sociale, che sarebbero stati introdotti corsi di masturbazione precoce e che esisterebbero ben 49 tipi di sesso".

"Tutto questo è falso - si aggiunge -. Il nostro scopo, espresso nella mozione, a cui non deve essere data nessuna lettura complottistica, è di dare un aiuto alla scuola affinché sia in grado di affrontare al meglio situazioni di disagio dovute a discriminazioni. Mai e poi mai abbiamo pensato che il sesso sia un fattore sociale, per noi è e rimane un dato biologico. Ancor meno pensiamo e anzi troviamo perverso il solo pensarlo che nella scuola possa essere introdotta una qualsiasi forma di masturbazione precoce. Quanto ai 49 tipi di sesso, saremo poco fantasiosi ma non riusciamo nemmeno ad immaginarli. La cittadinanza può stare tranquilla, non siamo impazziti, semplicemente nella mozione sono previste cose completamente diverse da quelle che hanno creato la psicosi".



Tag

Depistaggi Cucchi, parte civile su astensione giudice: «Questione di opportunità»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità