QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 12°14° 
Domani 10°13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 07 dicembre 2019

Politica sabato 13 aprile 2019 ore 15:47

Nardini dalla Valdera alla candidatura a Bruxelles

L'attuale consigliera regionale Pd è stata scelta dal neo segretario Zingaretti per la circoscrizione dell'Italia Centrale: "Mi metto a disposizione"



CAPANNOLI — E' la prima candidatura della Valdera alle elezioni europee. 

Si tratta di Alessandra Nardini, 31 anni di Capannoli e attuale consigliera regionale del Partito democratico, eletta nel 2015.

Sostenitrice di Nicola Zingaretti all'ultimo congresso è stata inserita nelle liste della circoscrizione che comprende Toscana, Umbria, Marche e Lazio (circa 10 milioni di votanti) e dove sarà capolista la europarlamentare uscente e segretaria del PD Toscana Simona Bonafè.

Nardini con Zingaretti

Oggi pomeriggio Nardini è a Roma per firmare l'accettazione della sua candidatura: "Ho accettato di candidarmi nel mio collegio facendo una riflessione molto semplice: se sei di sinistra e credi nei valori della democrazia, dell'uguaglianza e della solidarietà questo non è il tempo di stare a guardare. Tanto meno se sei una donna e appartieni ad una generazione di chi ha avuto (e ha) meno prospettive e certezze rispetto a quelle della generazione dei genitori. Chi si batte contro le disuguaglianze economiche e sociali, per la dignità di tutti gli esseri umani, per l'ambiente e per uno sviluppo sostenibile oggi è sotto attacco, aggredito continuamente da una destra che vuole toglierci umanità, parità, diritti e futuro. Le donne lo sono ancora di più".

"Se, oltre a essere di sinistra, sei anche toscana come me, c'è una ragione di più: la Toscana rischia di diventare il feudo e il trofeo di Salvini, rappresentata fuori confine da chi non muove un dito per il nostro territorio. Sarà una corsa faticosa, ma ci metterò ogni energia: porterò con me le mille storie e fatiche di lavoratori, aziende, amministratori e territori che ho incontrato in questi anni da Consigliera Regionale. È per questo che ci impegneremo non per un'Europa dell'austerità ma per un'Europa delle opportunità. Soprattutto per le nuove generazioni che meritano di riprendersi il ruolo da protagonisti che gli spetta. Per un'Europa nuova!".

Nelle precedenti elezioni il PD ottenne in Italia il 40,81 percento e nella circoscrizione centrale elesse sette parlamentari. Il voto, ricordiamo, si esprime tracciando una X su un unico simbolo e si possono scrivere fino a tre cognomi di candidati di quella lista. L’indicazione delle preferenze è facoltativa ed il voto sarà considerato valido se ci sarà anche una sola X. Non è possibile il voto disgiunto, cioè votare un partito e contemporaneamente scrivere il cognome di un candidato in un altro partito. Nel caso di due o tre preferenze, devono riguardare candidati di genere diverso. Non si possono votare soltanto uomini, né soltanto donne.



Tag

Governo, Conte: «Per Renzi è a rischio? Lui pessimista cosmico»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità