QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 13° 
Domani 11°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 14 dicembre 2019

Attualità venerdì 07 ottobre 2016 ore 06:30

Camminate arancioni in giro per il comune

Domenica 9 ottobre a passeggio nella storia con due itinerari diversi, nella giornata nazionale delle Bandiere Arancioni



CASCIANA TERME LARI — Domenica 9 ottobre anche nel comune Casciana Terme Lari torna la giornata delle Bandiere Arancioni, il marchio di qualità turistico ambientale del Touring Club Italiano.

Per l'occasione, sono stati organizzati due itinerari turistici in giro per il territorio.

Alle 9,30 ritrovo in piazza Garibaldi a Casciana Terme, dove i viaggiatori potranno scegliere l’itinerario che preferiscono. Il primo itinerario prevede alle 10 la visita alla chiesa medievale di San Martino (VIII secolo) presso San Martin del Colle, e a seguire l’inizio del percorso “Anello della Contessa Matilde” che prevede l’arrivo alla Rocca di Montanino e visita alle antiche rovine alle 11,40. Alle 12 si rientra a Casciana Terme. Il secondo itinerario inizia alle 10 con la visita alla Madonna dei Dolori, al museo archeologico etrusco e visita nel centro storico di Pietraia, e alle 11 la visita alle Terme di Casciana, ai giardini delle Terme e di Villa Borri. Alle 13.15 tutti a pranzo presso la Torre Aquisana. Nel pomeriggio alle 15,15 la visita guidata gratuita al Museo Dinamico del Castello dei Vicari e alle 16.15 consegna dei gadget e del “Passaporto Bandiera Arancione”.

Il pranzo prevede un contributo simbolico per gli adulti di € 10.00, mentre sarà gratuito per i ragazzi fino a 12 anni.

Prenotazioni entro venerdì 7 ottobre contattando il numero 348 3350037 oppure 0587/646107.

Il marchio è ottenibile dai piccoli Comuni dell'entroterra che si distinguono per un’offerta di eccellenza e un’accoglienza di qualità, promuovendo la conoscenza di luoghi poco conosciuti ma di grande pregio e stimolando il viaggiatore a visitare questi luoghi assaporandoli, ma al tempo stesso avendone cura proprio perché preziosi.

L’idea di Bandiere arancioni è nata nel 1998 in Liguria, dietro l’esigenza della Regione di valorizzare l’entroterra. Il Touring Club sviluppò quindi un modello di analisi che portò all’individuazione delle prime località “arancioni” e alla volontà di promuovere il marchio in tutta Italia.

Il marchio “bandiera arancione” ottenibile dai Comuni attraverso diversi criteri tra i quali la valorizzazione del patrimonio culturale, la tutela dell'ambiente, la cultura dell'ospitalità, l'accesso e la fruibilità delle risorse, la qualità della ricettività, della ristorazione e dei prodotti tipici, verificabile ogni tre anni, è uno degli strumenti con il quale il Touring garantisce ai turisti qualità e accoglienza e alle località uno strumento di valorizzazione, e che contraddistingue anche il territorio del larigiano.

Marcella Bitozzi
© Riproduzione riservata



Tag

Piazza Fontana, il giornalista del Corriere che era nella banca: «Mi salvò un caffè»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Cronaca

Lavoro

Cultura