Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:30 METEO:PONTEDERA15°19°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 30 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Fiume di fango sfiora le case: a Formia frana la montagna dopo il nubifragio

Attualità lunedì 13 giugno 2022 ore 08:30

Continua la formazione per il centro di ascolto

Foto di: Marcella Bitozzi

Al via con dodici donne e tre "uditori" uomini la seconda fase di formazione per lo sportello di ascolto di donne vittime di violenza di genere



CASCIANA TERME LARI — Con undici donne e tre uditori uomini è ripartita la seconda fase della formazione di personale destinato allo sportello di ascolto per le donne vittime di violenza di genere.

Il corso di tre lezioni si tiene presso il salone della Misericordia di Lari con le operatrici dell’Associazione Frida, ed è destinato a coloro che hanno frequentato il primo corso base.

Si è parlato e si continuerà a parlare di vari argomenti legati al primo ascolto, come l’importanza della voce, dell’atteggiamento, di empatia, di volontariato e di come aiutare coloro che vogliono uscire dalla spirale della violenza ma che non riescono a farcela da sole.

Un’iniziativa importantissima dal momento che i numeri delle violenze conosciute sono impressionanti. Basti pensare che nella sola Valdera, come ha affermato l’avvocata Elisa Monciatti dell’Associazione Frida, nella lezione tenuta ieri, 11 Giugno, le donne attualmente seguite dall’esterno sono 99 e i nuclei accolti nel centro sono 4 con 7 bambini.

"Siamo una stampella", ha affermato l’avvocata Monciatti, e ha aggiunto che l’associazione c’è sempre per coloro che vogliono essere aiutate, senza nessun obbligo di denunciare chi maltratta e dove la permanenza non è obbligatoria.

Alla lezione era presente l’operatrice Eleonora Bernardeschi, che ha mostrato foto, dialoghi e due testimonianze di donne che ce l’hanno fatta ed hanno avuto il coraggio di mostrarsi e raccontare la propria storia.

La formazione è stata organizzata dalla Misericordia di Lari in collaborazione con il Comitato della Croce Rossa Italiana di Casciana Terme e l’amministrazione comunale di Casciana Terme Lari. È possibile lasciare il proprio nominativo per essere incluse nel prossimo programma di lezioni.

Ogni donna può essere la salvezza per un’altra donna, e chi riesce a ribellarsi alla violenza e chiedere aiuto per ritrovare la propria identità è una vittoria per tutte.

Marcella Bitozzi
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nelle piazzole di sosta della strada che da Pontedera porta in Alta Valdera un cittadino ha segnalato la presenza di rifiuti ingombranti abbandonati
DOMANI AVVENNE
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cultura

Attualità