QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 18°34° 
Domani 20°30° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 20 agosto 2019

Attualità sabato 24 febbraio 2018 ore 15:45

I dati sulla mortalità fanno discutere

Acceso dibattito all'assemblea organizzata dal Comitato No Forno e intitolata “Ambiente e salute cosa stiamo seminando nel nostro futuro?"



CASCIANA TERME LARI — Fanno discutere in modo acceso i dati sulla mortalità per tumore nel comune di Casciana Terme Lari. Particolarmente vivace è stata infatti l'assemblea intitolata Ambiente e salute – cosa stiamo seminando nel nostro futuro? che si è tenuta venerdì sera nel salone "Madre Teresa di Calcutta" a Perignano, organizzata dal Comitato No Forno di Lavaiano.

Fra i dubbiosi rispetto ai dati forniti dall'Agenzia Regionale della Salute che mostrano, in controtendenza rispetto alla media toscana, un aumento dei casi di tumore in Valdera e soprattutto nel territorio di Casciana Terme Lari, c'era anche Samuele Agostini, ricercatore all’Istituto di Geoscienze e Georisorse al CNR di Pisa, che ha giudicato incompleto il grafico in quanto mancante della parte finale che mostra che la curva delle mortalità, negli ultimi anni, ha iniziato a scendere.

Lo stesso Fabio Voller, coordinatore dell’osservatorio epidemiologico dell’Ars, i dati vanno interpretati alla luce di altri e più approfonditi risultati.

Ad esporre questi numeri di Ars era presente il professor Ettore Bergamini, già direttore del centro di biologia e patologia dell’invecchiamento dell’Università di Pisa e past-presidente della Gerontological Society of America, il quale ha commentato: "Non c’è emergenza nei dati, ma i risultati sui casi di morte per tumore nel Comune di Casciana Terme Lari, necessitano di un approfondimento".

Il professor Bergamini ha sottolineato quanto è importante l’ambiente nella vita dell’uomo e ha aggiunto: "l'impennata dei casi di mortalità iniziata nei primi anni novanta, coincide con l’apertura della superstrada FI-PI-LI, l’inserimento della benzina verde e l’apertura della vicina discarica di Gello". Su questi tre aspetti, il professore ha suggerito di effettuare approfondimenti.

Dopo una discussione molto animata, il sindaco Mirko Terreni ha chiuso raccomandando a tutti i cittadini una corretta applicazione delle regole della raccolta “porta a porta” e ha poi fatto una panoramica sulla situazione “rifiuti” sostenendo che il Comune che rappresenta e ancor prima il Comune di Lari sono sempre stati sensibili alla questione ambiente: "Per quanto riguarda il grafico delle mortalità – ha commentato Terreni – sono studi fatti su campioni di centomila abitanti che penalizzano il risultato percentuale sui piccoli Comuni come quello di Casciana Terme-Lari, ma questo non vuol dire che studi e gli approfondimenti non vadano fatti. Comunque - ha ribadito il sindaco - non c’è allarme, e questo lo dice ARS che ha elaborato i dati".

Molti cittadini, al termine, si sono detti preoccupati. Una di loro ha consegnato al sindaco Terreni copia di una mozione che è stata presentata stamani al protocollo, con la richiesta della istituzione di un registro dei tumori. Nelle prossime settimane si dovrebbe tenere un'approfondimento dei dati e poi un altro incontro pubblico.

All'assemblea di venerdì, molto partecipata, erano presenti anche Massimo Novi neo-segretario del Psi del Comune, Maurizio Rovini candidato al Senato per la lista Potere al popolo, Donatella Bonciani candidata al Senato per il M5S, un rappresentante di Medicina Democratica.

Marcella Bitozzi
© Riproduzione riservata



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Cronaca

Cronaca