QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 14°21° 
Domani 11°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 19 ottobre 2019

Attualità giovedì 23 maggio 2019 ore 16:17

Passeggiata per i lavatoi

Sabato 25 maggio, San Frediano, Casciana Alta, Sant’Ermo e Collemontanino insieme in una passeggiata con brindisi alla scoperta degli antichi lavatoi



CASCIANA TERME LARI — Sabato 25 maggio alle 15 ritrovo a Sant’Ermo in piazza della Chiesa per una camminata alla scoperta degli antichi lavatoi.

Il percorso prevede la successiva visita al lavatoio del paese, proseguirà con una camminata per la Valle degli Upezzinghi, fiume Ecina, chiesa della Madonna della Cava e lavatoio di Casciana Alta.

Pausa della camminata, recupero delle proprie auto e ritrovo a Collemontanino in piazza della Vittoria, alle 18. Quindi tutti insieme fino al lavatoio di San Martino, e brindisi finale.

Chi vuole continuare la giornata può ritrovarsi anche prima di cena al Circolo Acli di Collemontanino.

Ad eccezione del lavatoio di San Frediano che non è mai stato abbandonato perché in mano al gestore delle acque, per tutti gli altri vale la determinazione dei volontari di ogni singolo borgo che si sono impegnati in mille modi per riportare alla luce questi autentici pezzi di storia.

Donne, uomini e anche piccoli lavoratori, con mezzi idonei o anche con strumenti da strappare il sorriso, si sono dati da fare per togliere erbacce, sterpi e anche rifiuti abbandonati e spezzare quella catena che li avrebbe portati alla loro sparizione.

Maestosi, testimoni e custodi di tanta vita di paese del secolo scorso, i lavatoi e le vecchie fonti ci raccontano anche in silenzio quali erano gli impegni e la fatica con cui si dovevano misurare quasi ogni giorno le massaie di una volta.

Tanta fatica e tanto impegno, con una sola piccola soddisfazione: quella di ritrovarsi tutte insieme a chiacchierare o a cantare, e vivere insieme qualche ora in compagnia.

Lo svago, la distrazione, in un piccolo spazio di tempo di distacco dalla vita in famiglia, era tutta lì, intorno a quelle acque, d’inverno e d’estate, con le mani nude che diventavano quasi trasparenti sfregando quei tessuti, la vita sociale delle nostre nonne.

Guardandoli non si può fare a meno di riportare il nostro pensiero indietro di qualche decennio, a quando non si aprivano le cannelle per far sgorgare l’acqua nelle nostre comode case e non si poteva fare la doccia calda ogni volta che lo vogliamo; a quando, le nostre nonne, col ciuffalo in testa, dovevano percorrere sentieri scomodi per portare a termine con fatica quelli che erano i doveri quotidiani, senza potersi svagare con niente altro che … una chiacchiera in compagnia!

Marcella Bitozzi
© Riproduzione riservata



Tag

Meloni a Roma: «Cinquestelle stretti in auto blu come sardine in salamoia»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità