Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:00 METEO:PONTEDERA20°33°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 12 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quando Calenda diceva: «Non farò politica con Renzi, l'ho detto 6 mila volte. Mi fa orrore»

Sport giovedì 03 marzo 2022 ore 09:20

Secondo posto per Jacopo Volpi nella Crazy Italian

Jacopo Volpi a fine gara

Secondo piazzamento per "Fox boy" alla Crazy Italian Rally Winter di 1200 chilometri, vittoria sfuggita per un contrattempo a soli 3 km dall'arrivo



CASCIANA TERME LARI — Un percorso durissimo, ma un ottimo piazzamento per Jacopo Volpi, secondo arrivato alla Crazy Italian Rally Winter di 1200 km, che si è corsa da venerdì a domenica scorsa. Un posto di blocco l’ha trattenuto per 20 minuti ad appena 3 chilometri dall’arrivo, facendogli sfuggire di mano la vittoria.

Infatti Jacopo “Fox boy” come ama farsi chiamare, stava correndo in prima posizione, ed ha concluso la sua corsa appena sei minuti dopo il vincitore. In gara 24 partecipanti, di cui la metà si sono ritirati nel percorso, davvero accidentale e con un clima pessimo, tanto che gli organizzatori hanno appellato questa edizione con “la più difficile”.

Jacopo è partito venerdì alle 8,30, per arrivare domenica alle 10.21, in un tempo esatto di percorrenza 49 ore, 51 minuti e 33 secondi. La competizione è stata tutt’altro che facile, una tre giorni con partenza da Oropa (Biella) per arrivare alle pendici del Gran Sasso attraverso la dorsale appenninica, 1200 km in un massimo di 60 ore.

"
Tre giorni di pura resistenza al freddo - ha detto Jacopo - che si è fatto sentire subito dopo l’ora di pranzo al passo della Cisa, accompagnato da un forte vento, una pioggia incessante e tanta neve, ben 90 centimetri caduti lungo il percorso".

Jacopo in corsa


Le pessime condizioni del tempo hanno fatto si che anche il suo motorino, il Gilera Stalker 50cc, abbia dato alcuni problemi, per la condensa nel filtro dell'aria, che creava ghiaccio e faceva spegnere il motore.

"Un problema che - ha aggiunto - è sorto per non aver curato come avrei dovuto alcuni particolari, ma che questa gara mi ho assolutamente insegnato a non trascurare".

La grande neve trovata durante il percorso


Jacopo

come già QUInews ha scritto, ha corso due competizioni, la prima nel 2021, la Crazy Italian Rally Jump, di 600 km da concludere in meno di 24 ore che l’ha visto vincitore, e la Crazy Italian Rally Winter di 1200 km, che avrebbe sicuramente vinto se non fosse stato per l’imprevisto che lo ha bloccato a due passi dalla vittoria.

Jacopo ci ha detto che questa passione lo ha travolto da quando aveva solo 12 anni e a 15 ha iniziato le sue prime corse con l’enduro. Ora ne ha appena 22, e ha tanta voglia di continuare a vincere.

Marcella Bitozzi
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nuovi decessi si sono registrati nelle ultime 24 ore tra area del capoluogo, Cuoio, Valdera e zona di Volterra. Tutti gli ultimi aggiornamenti
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità