Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:PONTEDERA11°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 03 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Col braccio in silicone a fare il vaccino, l'infermiera: «L'ha definito un costume di scena»

Attualità martedì 08 settembre 2020 ore 17:30

Nasce a Casciana un nuovo modello di integrazione

Casciana Alta, punto di riferimento per il Comune per un modello di integrazione di cittadini extracomunitari. Domani una prima iniziativa



CASCIANA TERME LARI — Nel paese di Casciana Alta, l’amministrazione comunale sta costruendo un modello di integrazione tra gli abitanti del borgo ed i residenti appartenenti a varie etnie extracomunitarie.

Già due riunioni, coordinate dall’assessore al sociale Alessandro Tosi, si sono svolte nel teatro della frazione per esaminare i vari problemi legati all’integrazione tra persone diverse negli usi, nelle abitudini, nella lingua e nella religione.

Per il momento alle due riunioni sono stati invitati i rappresentanti delle varie associazioni cascianesi, e della sola comunità marocchina, molto numerosa nel paese, perché Tosi ha ribadito, è un progetto che va percorso a piccoli passi.

Durante la serata sono stati presi in considerazione i vari problemi, dove ognuno ha portato le proprie idee e suggerimenti al fine di poterli risolvere migliorando la convivenza.

Tra le idee da portare avanti, l’assessore Tosi, ha annunciato la possibilità di fare di Casciana Alta un punto logistico per la scuola di italiano per le sole donne.

Ed ancora, i rappresentanti della comunità extracomunitaria, hanno accettato l’invito di organizzare un torneo del gioco della dama, gioco da tavolo da loro molto apprezzato.

Intanto la vita di paese va avanti, e domani, mercoledì 9 settembre, alle 18,30, alcuni rappresentanti della comunità cascianese che si sono autodefiniti "L'Angolino Civico" hanno organizzato una piccola cerimonia allo spazio aperto per salutare i nuovi nati, dal 1 settembre 2019 al 31 agosto 2020.

E’ stata chiamata “la festa dell’albero” ma in realtà è un saluto ai nuovi arrivati fatto coincidere con la annuale fiera paesana.

La piccola cerimonia sarà ripetuta ogni anno e prevede la piantumazione di una piccola quercia, quest’anno donata dal Raggruppamento Carabinieri Biodiversità di Cecina.

Il Circolo Arci Dante Ceccotti ha acquistato la gomma per l'innaffiamento e l'Associazione Culturale Cascianese offrirà un brindisi di augurio.

Una festa per tutti, in onore dei piccoli cittadini cascianesi nuovi arrivati, anche extracomunitari, alla presenza delle autorità locali, che potrebbe anche essere il vero inizio di quel modello di integrazione che l’Amministrazione comunale intende portare avanti.

Marcella Bitozzi
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sul territorio tornano a doppia cifra le nuove positività al coronavirus rilevate giornalmente da Ausl Toscana nord ovest e Regione
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cultura