Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:PONTEDERA17°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 08 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Draghi: «Via d'uscita dalla pandemia è vicina, il Recovery è un'opportunità per le donne»

Politica giovedì 11 febbraio 2021 ore 16:04

"Per la Grillaia ecco servita la beffa del Pd"

La discarica "La Grillaia"

Dure critiche in Regione da parte di Irene Galletti (M5s) per un emendamento presentato dal Partito democratico sulla questione discarica



CHIANNI — “L’emendamento della maggioranza ha di fatto reso inattuabile la proposta di risoluzione che chiedeva di individuare gli strumenti finanziari per chiudere la discarica della Grillaia. La risposta ricevuta dalla Regione, indicata nella nota di attuazione, oltre ad essere decisamente insoddisfacente, tradisce lo spirito dell’indirizzo unanime indicato dall’Aula, che aveva chiaramente manifestato la volontà di chiudere per sempre quella discarica”. Queste le parole della consigliera regionale Irene Galletti, presidente del gruppo Movimento 5 Stelle Toscana, a commento della risposta della Regione sull’atto da lei presentato e votato all’unanimità dal Consiglio regionale, atto volto a scongiurare la riapertura del sito per nuovi conferimenti di rifiuti.

“Viene da dire che ‘a pensar male si fa peccato, ma quasi sempre si indovina’ come recita un detto di saggezza popolare, e in effetti è difficile non pensarlo oggi - ha chiosato Galletti -. Nel precedente comunicato, nel quale annunciavo l’esito favorevole del voto in aula per la mia proposta di risoluzione volta a chiudere definitivamente la discarica di Chianni, avevo anche sottolineato di aver “accettato a denti stretti” l’emendamento PD, perché indeboliva l’indirizzo dell’atto. La nota di attuazione inviata dall’Assessore regionale con delega all’ambiente e ai lavori pubblici, Monia Monni, spiega come la risoluzione in questione non fosse attuabile in quanto la discarica della Grillaia è di proprietà privata e non rientra nella pianificazione regionale. Questo lo sapevamo già, ma c’è da fare però un’importante premessa: nella versione da noi protocollata, prima dell’emendamento del Partito Democratico, si chiedeva di procedere all’acquisto dal privato, proprio per scongiurare questa ipotesi. Ma la controparte richiesta dal Pd per votare questo atto, e quindi farlo passare, era accettare la loro richiesta di modifica".

“In sintesi - conclude la consigliera pentastellata -, per capire meglio la portata di questa beffa: il Partito Democratico in Consiglio regionale chiede, per votarla, la modifica della nostra proposta indicando una sua soluzione, che il Partito Democratico in Giunta regionale ritiene però inattuabile. Questo senza neanche valutare l’ipotesi di trovare altre vie, come indicato dall’atto, per raggiungere il risultato. Nel precedente comunicato avevo anche chiarito come questo fosse un ultimo tentativo di mediazione con una Giunta regionale, che a parole chiede collaborazione, ma nei fatti, finora, ha sempre smentito questa volontà. Con dispiacere prendo atto che questa collaborazione è impossibile. Cercherò altri strumenti per impedire questo scempio, ma intanto è bene che il Partito Democratico trovi le parole adatte per spiegare tutto questo ai cittadini di Chianni".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Attualità

Cronaca

Cronaca