QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 12° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 21 novembre 2019

Attualità martedì 27 ottobre 2015 ore 18:30

Il bonus che aiuta i bimbi a leggere

Una legge nazionale rimborsa il 65 per cento delle donazioni alle biblioteca Gronchi. Obiettivo: 5mila euro da investire entro quest'anno



PONTEDERA — Si chiama Art Bonus e permette ai Comuni di individuare, nel loro patrimonio culturale, alcuni beni su cui chiedere ai cittadini di coinvestire. La legge, emanata dal Governo nel 2014, è stata recepita dall'Amministrazione: aziende, privati, istituzioni e cittadini sono tutti invitati a effettuare donazioni  per la biblioteca comunale di Pontedera, in particolare quella dei ragazzi.

L'appello arriva direttamente dal sindaco Simone Millozzi, dall'assessore alla cultura Liviana Canovai e dal direttore della biblioteca Roberto Cerri, che hanno deciso d'investire sulla Gronchi il bonus governativo, con l'obiettivo di raccogliere 5mila euro entro la fine dell'anno.

Le Amministrazioni locali possono infatti avvalersi dei contributi raccogliendo e investendo le donazioni prima del 15 dicembre 2015. Nel concreto, il bonus consiste in un rimborso pari al 65 per cento della quota versata. "Ad esempio - ha spiegato Millozzi nel presentare il progetto - se deciderò di versare 100 euro, il governo mi rimborserà con uno sgravio fiscale di 65 euro".

L'Amministrazione investirà nel 2015 su tutto il patrimonio librario della biblioteca circa 15mila euro di risorse comunali. "Ma crediamo che si debba investire di più - hanno aggiunto i responsabili della biblioteca - una cifra che abbiamo quantificato per 5mila euro che speriamo di raggiungere grazie alla sensibilità dei cittadini"

I libri rientrano a pieno titolo nella categoria dei beni comuni. La comunità di Pontedera dispone oggi di 60mila volumi e grazie alla rete Bibliolandia è in grado attingere a un bacino di 500mila titoli. L'innovazione, tuttavia, ha un costo. Ed è qui che entra in gioco l'Art Bonus governativo.

"Se raggiungeremo il nostro piccolo obiettivo di 5mila euro - ha sottolineato Cerri - per potenziare le collezioni di libri, di fatto i cittadini di Pontedera tireranno fuori solo 1.750 euro, mentre i rimanenti 3.250 saranno erogati dallo Stato".

"La nostra biblioteca è fra le prime dieci in Toscana - ha ricordato Millozzi - con 40mila prestiti annuali, che nel 2015 saliranno a 50mila. I numeri testimoniano che i ragazzi avevano bisogno di questa biblioteca. Quella vecchia non era più in grado di fornire un servizio adeguato. Siamo orgogliosi degli investimenti eseguiti".

"Ci sarà un'interrogazione consiliare cui non mi sottraggo sul problema delle infiltrazioni - ha aggiunto Millozzi. - Nonostante i vari solleciti con l'azienda, che si trova nello stato di concordato, diventava difficile rispondere alle istanze presentate dal Comune, e il collaudo è stato chiuso con delle penali che sono servite per mettere a gara i lavori per riparare le infiltrazioni, interventi già cominciati".

"Finalizziamo il progetto alla sezione dei ragazzi - ha specificato Manola Franceschini, direttrice della sezione per i più piccoli - in modo da poter sostenere l'acquisto di un patrimonio librario per queste due fasce d'età: ai 17mila libri già presenti vorremmo aggiungerne altri, per stare al passo con quello che si muove nel mondo della letteratura."

"La biblioteca un luogo di incontro e crescita - hanno concluso Canovai e Millozzi. -  Sarebbe bello se qualche impresa volesse contribuire, per responsabilità sociale, a tagliare il traguardo"

i contributi si versano tramite bonifico bancario. Chi volesse effettuarne uno, potrà rivolgersi alla biblioteca al numero: 0587 299518



Tag

Ex Ilva, Conte: «All'incontro con il signor Mittal porterò la determinazione di un paese del G7»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Politica