QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 16°20° 
Domani 16°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 19 luglio 2019

Cronaca mercoledì 16 luglio 2014 ore 11:51

In treno per svaligiare case, arresti anche a Pontedera

Sgominata una banda di 10 persone che ricettava preziosi nei Compro oro di Pisa e Pontedera



PONTEDERA — Gli arresti sono avvenuti tutti tra Pontedera, Pisa, Orentano, Empoli, Scandicci. Una banda di 10 georgiani dediti ai furti in appartamento è stata sgominata dai carabinieri di Pisa: i dieci soggetti operavano tra Pisa, Livorno, Firenze, Lucca e Viareggio.

I componenti della banda si spostavano da una località all'altra con il treno e armati di grimaldelli capaci di aprire qualunque porta senza lasciare segni, ripulivano gli appartamenti.

Le indagini, coordinate dalla procura di Livorno ed eseguite dai militari del comando provinciale pisano, hanno evidenziato che i 10 criminali avevano compiuto almeno 13 furti, rubando monili in oro e argento (da qui il nome dell'operazione Golden silver), macchine fotografiche, computer e tablet.

I preziosi venivano ricettati nei Compro oro di Pisa e Pontedera e Livorno che spesso hanno anche rifiutato l'acquisto ritenendo gli oggetti di dubbia provenienza. on particolare le medaglie di argento della prima comunione con sopra scritto il nome di un italiano. Ma su di loro sono in corso indagini. Il materiale elettronico, invece, veniva ricettato nel loro Paese d'origine, per cui sarà difficile recuperare tutto. 

I carabinieri per arrestarli  li hanno seguiti per settimane e alle fine sono riusciti a scoprire il meccanismo criminale che attuavano i 10 malviventi tutti di età abbastanza giovane. Un sistema assolutamente professionale che gli permetteva di penetrare nelle abitazioni senza lasciare tracce di scasso, dando poco nell'occhio. Alcuni rimanevano a fare il palo, due invece operavano all'interno delle case. La refurtiva è stata recuperata in vari nascondigli  durante le perquisizioni ambientali e personali.

Per la ricettazione poi avevano attuato un meccanismo nuovo. La refurtiva in oro, argento e altra natura di preziosi veniva venduta poco alla volta ai Compro oro, proprio per non insospettirli. Ma alla fine avevano ricavato un ingente capitale ancora in via di definizione.

Gli accertamenti sono partiti dalle denunce a piede libero di alcuni cittadini stranieri accusati di furto.

Ai membri della banda è stato contestato dagli inquirenti il furto aggravato in concorso e la ricettazione. Le indagini sono ancora in corso. 

arrestati 10 georgiani


Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Sport