Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 22:20 METEO:PONTEDERA11°20°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 08 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Laura Boldrini racconta la sua malattia: «Ho scoperto per caso il tumore: è stata come un'onda anomala che mi ha travolto»

Cronaca mercoledì 12 marzo 2014 ore 17:25

​Lesioni al midollo spinale, per la cura arrivano i robot

Giulia Stampacchia e Stefano Mazzoleni

L’azienda ospedaliera e l’istituto di biorobotica lavorano a un progetto che migliori la vita dei mielolesi



VALDERA — Ricerca robotica e pratica clinica insieme, per migliorare la qualità della vita delle persone con lesioni midollari. Questa la finalità del progetto triennale finanziato dal Ministero della salute e messo in piedi dall’azienda ospedaliero universitaria pisana e dall’istituto di biorobotica del Sant’Anna.

A fronte di 1583 progetti sottoposti all’esame ne sono stati ammessi al finanziamento statale soltanto 137, quello del Centro Mielolesi e del Sant’Anna è rientrato fra questi. Le risorse consentiranno di investire in persone e strumenti per la riabilitazione delle persone con lesioni midollari. In particolare, uno dei traguardi da raggiungere è poter disporre a Pisa e per la prima volta in Toscana di un sistema robotico esoscheletrico (quindi indossabile) per agevolare la ripresa del cammino dei mielolesi.

Coordinatori del progetto sono la direttrice della sezione mielolesi Giulia Stampacchia e l’ingegnere ricercatore dell’istituto di biorobotica Stefano Mazzoleni che insieme si sono concentrati sui meccanismi con cui la riabilitazione robotica e la functional electrical stimulation intervengono nel recupero del cammino dei mielolesi.

Il progetto di ricerca si propone di analizzare l’impatto della Fes e dei sistemi robotici non soltanto sul miglioramento funzionale delle persone con paraplegia, ma anche sulla loro percezione soggettiva di benessere. Al progetto di ricerca parteciperà anche l’unità spinale di Careggi che da anni collabora con la struttura pisana.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Emergenza Covid, mentre la Toscana va verso la terza settimana consecutiva di zona gialla ci sono alcuni territori ancora a rischio
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Cronaca

Attualità