Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:PONTEDERA12°19°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 19 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Morto Franco Battiato. L'intervista del 2018: «Milano con la nebbia, mi piacque molto: cantavo per scherzo dei madrigali barocchi. Fu Gaber che mi disse di chiamarmi Franco»

Linking Valdera mercoledì 18 novembre 2020 ore 13:00

Dalla Valdera delle auto a una Valdera Smart

Percorsi partecipati di governance orientati ai principi delle città sostenibili e inclusive, proietterà il territorio nel 2030 ai livelli di Londra



PECCIOLI — Da un territorio orientato all’auto, a un territorio rivolto alla mobilità sostenibile, vocato ai luoghi e smart. Prima ancora che una nuova rete per gli spostamenti, Linking Valdera – il maxi progetto da 50 milioni di euro lanciato dai Comuni di Peccioli e Pontedera – mira infatti a costruire nuove politiche che diano forma al futuro di questa valle. Finalità ambiziosa, si dirà, forse ancor più dell’idea di far correre sulle strade della Valdera i veicoli a guida autonoma, eppure il percorso è ormai avviato e punta a una governance che coinvolga tutti gli attori in campo, detti l’agenda e realizzi il progetto.

Cinque principi per una città di successo. Attraverso un percorso che porti alla formazione dell’ente gestore, frutto dell’accordo di programma fra i Comuni della Valdera per interloquire con governo regionale e nazionale, Linking Valdera si basa sull’applicazione dei cosiddetti 5 principi della città SMART: Self-financing (autofinanziamento), Mobile (mobilità sostenibile), Affordable (prezzi accessibili), Resilient (resiliente) e Technology-friendly (amichevole con le tecnologie).

Nuove politiche per proiettarsi nel 2030. Tenendo ben presenti questi 5 principi, muovendo da un percorso partecipato fra i Comuni della Valdera, i cittadini, il settore privato e le varie associazioni, l’obiettivo di Linking Valdera e dell’ente che lo gestirà è quello di costruire una robusta proposta di cambiamento che diventi volano di politiche efficaci ed efficienti, non per alcune zone ma per tutta la valle.

Meno auto e più luoghi. In Valdera, come in molte altre zone, dopo il boom della mobilità privata nel dopoguerra sono stati costruiti per anni strade e servizi in modo da agevolare l’uso dell’auto privata. Da questo tipo di mobilità, con Linking Valdera, l’intenzione è quella di riassegnare alcuni degli spazi che ora sono ad uso esclusivo delle auto a sistemi di trasporto più sostenibili, nonché di riconfigurare i luoghi e ricostruire un tessuto sociale e una comunità impoveriti dalla carenza di servizi e dalla mancanza (soprattutto in certi Comuni) di spazi pubblici di qualità.

L’intento è di far compiere alla Valdera un balzo nel futuro come, nel piccolo, è accaduto ad Aldgate Square a Londra. In questa zona della capitale inglese, negli anni ’60 il traffico aumentò talmente tanto da portare alla realizzazione di una rotatoria che isolò una chiesa in mezzo a una intersezione; poi nel 2008 l’area venne inserita in un programma che aveva l’obiettivo di abbattere le barriere e rigenerare i luoghi, e nel 2018 la nuova piazza è stata inaugurata ed ora è uno degli spazi pubblici più vibranti della zona e facilmente accessibile grazie a un hub del tpl londinese.

Linking Valdera punta a questo. Non per una singola piazza o per un singolo comune, ma per l’intero territorio.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il popolare fantino è deceduto ieri a Bolgheri in seguito ad un incidente stradale. Aveva mosso i suoi primi passi proprio a Bientina
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Alvarina Migliarini Ved. Gracci

Lunedì 17 Maggio 2021
Onoranze funebri
PUBBLICA ASSISTENZA Pontedera
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

CORONAVIRUS

Cronaca

Cronaca