QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 12°16° 
Domani 11°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 16 dicembre 2019

Politica mercoledì 05 ottobre 2016 ore 17:35

Fanghi, il Comune indaga sui suoi territori

Con una delibera, la giunta dà mandato agli uffici di comporre un gruppo di esperti che insieme a dei laboratori stabilisca l'eventuale inquinamento



PECCIOLI — Un'indagine sui territori in parallelo all'inchiesta sui fanghi, ognuno nel rispetto delle proprie competenze. E' questa la mossa che il sindaco Renzo Macelloni aveva annunciato durante la partecipata assemblea pubblica del 26 settembre e che la giunta ha messo in atto appena pochi giorni fa approvando una precisa delibera d'indirizzo per monitorare e indagare proprio quei terreni interessati dagli spandimenti dei fanghi derivanti da depurazione oggetto dell'inchiesta della Guardia di Finanza e della Forestale, ancora sotto analisi da parte degli inquirenti.

Con la delibera, in sintesi, l'amministrazione comunale dà mandato agli uffici del servizio pianificazione urbanistica, riqualificazione urbana e tutela ambientale di attivare la composizione di un gruppo di esperti in materia ambientale che possono lavorare anche in collaborazione con specifici laboratori di analisi per la creazione di una campagna di ricerca e caratterizzazione dei dati necessari a stabilire l’eventuale livello di inquinamento dei territori interessati dalle indagini.

"La suddetta delibera - chiariscono dal municipio in una nota - vuole rappresentare un ulteriore tassello nel percorso già intrapreso da questa amministrazione comunale con l'assemblea pubblica dello scorso 26 settembre e che ha visto il coinvolgimento delle associazioni degli agricoltori e degli agriturismi della provincia di Pisa, con l'obiettivo primario di approfondire e ricercare, nei limiti delle proprie responsabilità e competenze, la massima chiarezza sulla vicenda per tutelare la salute dei cittadini oltre che assicurare la diffusione di corrette informazioni in modo da garantire l'immagine e la reputazione di chi lavora e investe sul nostro territorio comunale".

Ecco, di seguito, il testo della delibera di giunta:

Tenuto conto:

- delle recenti notizie di cronaca divulgate dai quotidiani locali e sui siti online, e di quanto trasmesso dalla Procura della Repubblica ai Comuni in quanto parte lesa, relative all’indagine della Guardia di Finanza su un traffico illecito di rifiuti tra Toscana, Campania e Veneto ed in particolare fanghi industriali smaltiti anche nelle campagne di Palaia e Peccioli;

- che secondo la cronaca il filone di tali indagini ha portato a scoprire che un’azienda pisana, specializzata nel trattamento dei reflui urbani originati dai depuratori industriali della Toscana, operava nelle zone dell’Alta Valdera e Montaione, dove avrebbe sversato circa 45mila tonnellate di fanghi in terreni agricoli per una superficie complessiva di 800 ettari.

Considerato che tali notizie hanno suscitato nella cittadinanza molta apprensione e allarmismo, causati anche da una campagna di diffamazione propagata attraverso i giornali e social network, che riguarda il territorio comunale di Peccioli;

Tenuto conto che gli accertamenti effettuati dagli inquirenti relativi a ipotesi di reati ambientali e fiscali non sono sinonimo automatico di inquinamento ambientale; infatti tra il traffico e utilizzo abusivi dei fanghi in agricoltura e l'inquinamento di un territorio non esiste un rapporto automatico, ma l'inquinamento deve essere rilevato e accertato da indagini specifiche da attuare sul territorio;

Dato atto che la strumentalizzazione delle notizie attivata a vari livelli da esponenti politici locali, inerenti tale indagine, comporta la percezione di un’immagine falsata del territorio comunale;

Dato atto che è compito del Sindaco e dell’Amministrazione Comunale tutelare la salute dei cittadini oltre che assicurare la diffusione di corrette informazioni in modo da garantire l’immagine e la reputazione di chi lavora e investe sul nostro territorio comunale;

Preso atto che il nostro territorio ha una forte potenzialità agricola di grande qualità la quale rischia notevolmente di essere danneggiata dalla strumentalizzazione delle informazioni inerenti questa indagine e che pertanto resta al Comune il compito di ricondurre le vicende all’interno di una corretta linea di comunicazione;

Per tali motivi intendiamo procedere rapidamente ad una campagna di specifica ricerca, con urgenza attraverso i nostri uffici competenti, sul territorio interessato dalle indagini in modo da verificare scientificamente lo stato delle cose.

Inoltre questa Amministrazione, come già annunciato, si costituirà parte civile in una eventuale fase processuale che dovesse riguardare le persone inquisite, oltre che mettere in campo ogni azione per recuperare il danno in immagine ed economico subito dal territorio nei confronti di tutti coloro che avessero diffuso o che dovessero diffondere notizie allarmistiche, destituite di ogni fondamento;

Considerata pertanto l’urgenza di fare chiarezza sulla situazione attuale dello stato dei luoghi, avviamo un’indagine finalizzata a raccogliere dati che possano illustrare il vero stato di fatto dei territori che sono oggetto di indagine, in modo da poter informare i cittadini e successivamente adottare tutti gli eventuali provvedimenti di competenza di questa Amministrazione;

Dato atto che:

- Alla fine di questo percorso sarà compito di questa Amministrazione procedere con sollecitudine a mettere in campo una informazione corretta per tutta l'opinione pubblica dei risultati ottenuti.

- Nel caso in cui fossero riscontrate problematicità sul piano ambientale l'Amministrazione comunale opererà immediatamente con gli strumenti di cui dispone alle necessarie operazioni di bonifica dei territori interessati e contemporaneamente porterà a conoscenza dei risultati della indagini l'autorità giudiziaria.

- Inoltre, nel caso in cui i territori risultino incontaminati, l'Amministrazione si impegna sin d'ora a promuovere una campagna di informazione atta a restituire una corretta immagine del nostro territorio.

Con voti unanimi, legalmente resi e verificati

Delibera di:

1) Dare mandato al Servizio Pianificazione Urbanistica, Riqualificazione Urbana e Tutela Ambientale, di attivare la composizione di un gruppo di esperti in materia ambientale che possono lavorare anche in collaborazione con specifici laboratori di analisi per la creazione di una campagna di ricerca e caratterizzazione dei dati necessari a stabilire il livello l'eventuale livello di inquinamento dei territori interessati dalla indagini.

2) Mettere a disposizione i risultati dell'indagine tutta la cittadinanza.

3) Promuovere una campagna di informazione finalizzata a restituire al territorio comunale l'immagine di grande qualità che la contraddistingue.

4) Di dichiarare il presente provvedimento immediatamente eseguibile ai sensi del 4° comma dall’art. 134 del D.Lgs n. 267/2000.

5) Contestualmente all’affissione all’albo verrà comunicata in elenco ai capi-gruppo consiliari ai sensi dell’art. 125 del D.Lgs. 267/2000.



Tag

'Ndrangheta in Valle d'Aosta, Fosson si dimette da presidente: «Totalmente estraneo ai fatti»

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Sport

Cronaca

Attualità