QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 21 novembre 2019

Politica giovedì 21 dicembre 2017 ore 17:45

Referendum, è diatriba fra minoranza e sindaco

Le opposizioni hanno inviato al prefetto una richiesta di intervento per convocare il consiglio comunale. Macelloni: "Non capiscono le procedure"



PECCIOLI — Continua il botta e risposta fra le opposizioni e il sindaco Renzo Macelloni in merito alla questione del referendum abrogativo per bloccare le opere pubbliche della passerella pedonale aerea a Peccioli e della copertura della piazza a Fabbrica. 

Dopo aver chiesto più di una volta in meno di un mese la convocazione di un consiglio comunale per la nomina della Commissione dei Garanti che valuti l'ammissibilità del quesito referendario, ora le due liste di minoranza Progetto Comune e Un Comune per Tutti hanno inviato una richiesta di intervento al prefetto di Pisa Angela Pagliuca affinché si interessi a quanto sta accadendo a Peccioli, lamentando "inerzia" da parte dell'amministrazione comunale nel convocare il richiesto consiglio.

Di contro, il sindaco Renzo Macelloni ha ribattuto con toni decisi: "Il consiglio comunale ha tempo fino al prossimo 15 gennaio per deliberare in merito ed entro quella data verrà sicuramente convocato, quindi tutti i consiglieri e i promotori cerchino di passare serenamente un buon Natale e dopo affronteremo questo argomento".

L'attesa dell'amministrazione comunale avrebbe difatti un valido motivo: "Capisco - ha aggiunto il sindaco - che l'opposizione non avendo null'altro su cui attaccare l'amministrazione comunale cerchi di far diventare un caso ciò che invece è un normale e serio approfondimento di un tema, quello della richiesta di un referendum abrogativo, nuovo in assoluto per il Comune di Peccioli e per tutto il territorio nazionale".

E in riferimento all'azione compiuta dalle opposizioni, Macelloni ha detto: "Possono chiedere pure l’intervento di chi che sia, compreso il Prefetto, come stanno facendo tanto per aumentare il fragore intorno ad una vicenda che ha bisogno di molto buon senso per essere affrontata; tant'è che l’opposizione nella richiesta che ha fatto di convocazione urgente del consiglio comunale, che peraltro l’amministrazione ha convocato nel giro di cinque giorni, non aveva presentato, come prevede la legge, apposita istruttoria per poter deliberare in consiglio. Se non sono in grado nemmeno di capire le procedure, si arrabbino solo con se stessi", ha chiosato il sindaco.

"L’organo consiliare ha il compito di tutelare tutti e non solo qualcuno che, come in questo caso, richiede il referendum; è quindi questo l’impegno sul quale sta lavorando la maggioranza in consiglio comunale per conto di tutti. Confermo il mio augurio a tutti e dopo le feste avremo modo di affrontare serenamente questo tema, fatto salvo il percorso giuridico amministrativo che dovrà essere a tutela di tutti e questo è uno di quei casi in cui non si può sostenere che nel più ci sta anche il meno. Nel merito politico - ha concluso il sindaco Macelloni - mi si lasci dire che la richiesta di referendum abrogativo su opere così importanti e decisamente strategiche per il centro storico di Peccioli e per Fabbrica è frutto di oscurantismo politico e di cultura del nullafacente! L’amministrazione sul piano politico farà di tutto per portare a termine la loro realizzazione".



Tag

Patty L'Abbate, senatrice 5 Stelle: «Scudo per Ilva? Domanda senza importanza»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Politica

Sport