QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 19°19° 
Domani 14°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 21 ottobre 2019

Elezioni domenica 19 maggio 2019 ore 08:20

"L'arrampicata sugli specchi di destre e M5s"

Partito Democratico di Ponsacco, Per Ponsacco con Francesca Brogi, Progetto Ponsacco, Ponsacco per l'Ambiente intervengono su via Rospicciano



PONSACCO — La coalizione in sostegno di Francesca Brogi (Partito Democratico di Ponsacco, Per Ponsacco con Francesca Brogi, Progetto Ponsacco, Ponsacco per l'Ambiente) interviene in merito all'arresto del proprietario dell'immobile di Via Rospicciano e alla posizione del centro destra e del M5S.

"Ormai appare chiaro quanto l’arresto del proprietario del palazzo di Via Rospicciano abbia messo in crisi tutti coloro che fino a ieri l’avevano difeso, cercando di addossare le responsabilità della gestione dell’immobile sull’amministrazione, che invece per anni ha combattuto da sola per ripristinare giustizia e decoro in quell’area e per avere la piazza e i soldi (un milione di euro di tasse non pagate) che il proprietario ancora deve ai cittadini. Mentre noi ci battevamo per difendere gli interessi di Ponsacco, che sono l’unica cosa che conta, gli altri erano impegnati a testimoniare in tribunale a favore del proprietario oggi arrestato, e questo non si può dimenticare.Adesso provano a ribaltare la frittata. Si appellano a tecnicismi, giocano sulle parole e sui tempi, minacciano querele che poi non fanno perché non possono fare. Quando si tratta di difendere il comune dall’attacco di un imprenditore che voleva estorcere al Comune 25 milioni di euro di soldi dei cittadini non ci dovrebbero essere distinzioni di colore politico! E invece D’Anniballe dimostra come sempre di anteporre il suo interesse di partito a quello pubblico. Anche di fronte all’arresto il candidato leghista ha scelto di allearsi con chi quell’imprenditore lo ha sempre difeso, come Giuseppe Ruggiero. Di fronte alle accuse di aver rubato soldi ai creditori, tra cui il nostro comune, D’Anniballe preferisce voltarsi dall’altra parte e far finta di nulla. E’ inutile che si affatichi tanto nel tentativo di dimostrare l’indimostrabile, parlando di tempi di ordinanze, non ci crede neanche lui.Stessa cosa Gianluigi Arrighini, alla guida del M5S che a livello nazionale ha fatto della legalità e della trasparenza la propria bandiera, e che invece a Ponsacco segue altre logiche. Il M5S ponsacchino è una costola della destra, come dimostrano le iniziative comuni con Forza Italia e Fratelli d'Italia contro la pista ciclabile e la nuova scuola Fucini, o la dichiarazione in cui afferma chiaramente che in caso di ballottaggio sosterrà la destra di D'Anniballe. E rispetto alla vicenda di Via Rospicciano, a Ponsacco il M5S si scopre addirittura garantista, affermando di non aver commentato l’arresto del proprietario perché aspettano le sentenze in via definitiva. Evidentemente ad Arrighini sono sfuggite le sentenze tributarie (per le tasse mai pagate) e quelle che riguardano il risarcimento danni per il mancato completamento della piazza Trieste, che sono tutte definitive eccome. Nemmeno di fronte alle sentenze e alle volanti delle forze dell’ordine destra e M5S fanno autocritica.Questo atteggiamento è gravissimo perché in un politico dovrebbe prevalere sempre l'interesse pubblico. Schierandosi a favore dell'amministrazione non avrebbero difeso la sindaca o il PD, ma i cittadini di Ponsacco. Questa vicenda è la misura di quanto prevale in voi l'interesse di partito rispetto a quello pubblico. Ed è solo grazie alla fermezza di questa Amministrazione e di chi ci ha preceduto se questo signore non ha fatto ancor più danni di quanti ne abbia già fatti."



Tag

Conte: «Io contro il popolo delle partite Iva? Una fesseria»

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Cronaca

Lavoro

Spettacoli