QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 8° 
Domani -3°6° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 20 gennaio 2019

Politica lunedì 31 dicembre 2018 ore 09:22

Vicenda Rom, parlano M5s, Potere al Popolo e Fdi

Lo sgombero del campo di Navacchio

Numerose prese di posizione politiche sulla vicenda dell'arrivo a Ponsacco dei Rom sgomberati dal campo del Nugolaio di Navacchio



PONSACCO — "Cari cittadini, come avevamo già riportato siamo all'interno di una commedia, ma nel mezzo ci siamo tutti noi", dicono i consiglieri pentastellati ponsacchini Gianluigi Arrighini e Michele Martini.

"Ritenevamo che il sindaco trattasse con il nuovo prefetto per ovviare a quel trasferimento.

Rileviamo, invece, con profondo rammarico, per noi, ma anche per i cittadini, che il sindaco nell'incontro con il prefetto, avvenuto nei giorni scorsi, non ha prodotto nulla di concreto e quanto preannunciato; solo chiacchiere.

La sola promessa da parte del prefetto di maggiori controlli sul fabbricato, telecamere, poco più" in quello che il M5s definisce un "Ghetto" o un "Carcere con libertà vigilata"

"La chiusura del campo rom di Cascina, come avevamo previsto è diventata il luogo di una polemica politica che allontana la soluzione dei problemi, ma sopratutto nasconde le responsabilità di molti attori", dice Potere al Popolo Valdera.

"Intanto le vittime sono sicuramente i 25 bambini rom che andavano a scuola e adesso vedono impedito il loro diritto alla promozione sociale e all'integrazione. In seconda battuta le famiglie rom che sono state convinte con i soldi pubblici ad abbandonare le baracche di via del Nugolaio, che erano la loro residenza, senza passare da una sentenza di un giudice, che avrebbe garantito per lo meno il rispetto di un percorso privilegiato per i minori e sicuramente un alloggio temporaneo.

Terza vittima la politica: perché l'approssimazione della giunta comunale di Cascina, la presente, ma anche la passata, hanno scaricato su altri i problemi, sperando di nascondere le proprie responsabilità istituzionali con i soldi pubblici (di tutti noi), con l'obbiettivo neanche tanto nascosto di farsi un selfie accanto ad una ruspa".


"Chiedendo di operare con giustizia e lo chiediamo anche alla sindaca di Ponsacco perché gli errori non si sommino agli errori, che si aprano veri percorsi di integrazione per tutte le vittime di questa situazione, perché qualcuno dica basta e interrompa la corsa alle politiche securitarie, che è solo un modo per aumentare l'insicurezza. Giustamente occorre coinvolgere il prefetto, ma anche le autorità scolastiche, la Società della salute e tutte le forze democratiche e sociali, per creare un fronte contro i furbetti della politica che alimentano l'odio e la paura".

"Ciò che sta accadendo in questi giorni a Ponsacco fra il Sindaco e il PD da una parte e l’opposizione dall’altra attesta l’ecatombe politica del Sindaco Brogi nella gestione amministrativa del Comune", affermano Giuseppe Ruggiero, referente locale di Fratelli d'Italia e il coordinatore provinciale Giorgio Vannozzi.
"Di fronte allo spostamento di alcuni soggetti macedoni dal campo nomadi di Cascina nell’edificio di Via Rospicciano la sindaca improvvisamente si è sentita autorizzata a diffondere in tutta la città un messaggio allarmistico di tensione e di paura unicamente per mettersi al riparo da eventuali critiche dei suoi elettori e forse dei concittadini. Senza dubbio l’ennesimo incidente di percorso da attribuirsi al crollo verticale del partito cui appartiene e ad una strategia di governo inesistente.
Fratelli d’Italia propone di superare queste polemiche, spesso debordanti nell’offesa personale, attivando un confronto fra la maggioranza e l’opposizione, onde verificare nelle sedi competenti l’esistenza di eventuali limiti al sistema di accoglienza territoriale".

Vannozzi Giorgio
Presidente provinciale Fratelli d’Italia Pisa



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Politica

Lavoro