QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 11°16° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 20 novembre 2019

Cronaca giovedì 01 febbraio 2018 ore 11:56

Accusato di jihadismo, il processo ricomincia

Jalal El Hanaoui
Jalal El Hanaoui

El Hanaoui era stato assolto nel settembre 2016 dalle accuse di istigazione alla jihad tramite web. La procura fiorentina ha impugnato l'assoluzione



PONTEDERA — La corte di Pisa, nel novembre del 2016, spiegò le motivazioni dell'assoluzione dicendo che "l'angoscia condizionò le indagini su Jalal".

Un anno e mezzo dopo è però la procura fiorentina a rimettere al punto zero la vicenda.

La sentenza di assoluzione è stata infatti impugnata e il processo contro Jamal El Hanaoui, 28 anni, torna in aula il 7 marzo. Saranno sentiti nuovamente tutti i test.

Nelle motivazioni di assoluzione, rese note dalla corte di Pisa nel novembre 2016, si diceva che, secondo i giudici "l'indagine si è svolta in un clima connotato dalla concomitanza di episodi delittuosi di tale matrice, che hanno scosso la comunità internazionale e che, verosimilmente, hanno pesantemente condizionato l'attività di indagine, coinvolta dall'accresciuto coefficiente di angoscia collettiva".

Per i giudici, i post, i video e le immagini pubblicati su facebook da El Hanaoui, titolare di quattro account e amministratore sul social network di quattro gruppi di discussione di fede musulmana, sarebbero stati interpretati "alla luce di elementi di sospetto elevati al rango di verità indiscutibili" e considerati "fuori dal contesto".

Adesso però tutto è da valutare di nuovo.



Tag

Un'alleanza con Salvini? Ecco cosa ha risposto Matteo Renzi

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca