QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 21 novembre 2019

Attualità lunedì 15 ottobre 2018 ore 11:38

Adolescenti e internet, due incontri con Charlie

La fondazione Charlie Onlus invita ragazzi, genitori e insegnanti in biblioteca per affrontare il tema dei nuovi rapporti dettati dai social network



PONTEDERA — Capita molto spesso che i genitori provino la sensazione che quell’insopportabile smartphone, sempre nelle mani dei loro ragazzi, rappresenti una vera e propria condanna, un ostacolo insormontabile nella comunicazione con i propri figli.

Sono preoccupati che trascorrere la maggior parte del tempo davanti a uno schermo luminoso possa avere conseguenze dannose sulla loro salute e temono che l’ossessione per i social network o per i video giochi possa condizionare negativamente il loro sviluppo psichico.

Come capire chi sono realmente gli adolescenti di oggi, con quali strumenti comunicano, attraverso quali linguaggi esprimono le loro emozioni? E soprattutto come imparare ad ascoltarli e ad avvicinarci a loro?

La fondazione Charlie Onlus ha varato un percorso di approfondimento su temi legati alla comunicazione tra e con gli adolescenti, incentrato principalmente sulla vita online dei giovani, allo scopo di comprendere le dinamiche che regolano le loro relazioni, analizzare i linguaggi che vengono usati ed esplorare le modalità comunicative che i ragazzi scelgono di adottare.

Nell’ambito di questa ricerca vengono proposti alcuni incontri, aperti a tutta la cittadinanza, per consentire ai genitori, agli insegnanti ed ai ragazzi stessi di confrontarsi con alcune voci autorevoli nel campo della psicologia sociale, relazionale e dell’adolescenza.

Per instaurare un dialogo con gli adolescenti è importante riuscire a comprenderli, senza giudicarli né colpevolizzarli e Charlie Telefono Amico desidera procedere in questa direzione, creando nuovi strumenti per potenziare l’ascolto dei giovani.

Due nuovi interessanti incontri dedicati all’esplorazione dell’adolescenza, sono in programma alla Biblioteca Comunale G.Gronchi di Pontedera.

Oggi, lunedì 15 ottobre alle ore 21, Tiziana Mancini, docente presso l’Università di Parma, illustrerà il panorama variegato in cui si forma l’identità degli adolescenti di oggi descrivendo come si sviluppa la personalità dei ragazzi all’interno della dimensione virtuale, grazie agli innumerevoli stimoli e opportunità a loro disposizione ma anche attraverso insidie ed ostacoli. Sarà affrontato anche il tema della multiculturalità a cui i giovani sono sempre più esposti.

Martedì 14 Novembre alle 21, Giuseppe Riva, professore dell’Università Sacro Cuore di Milano e autore del volume “La solitudine dei nativi digitali” in edicola all’interno della collana “Genitori si diventa”, affronterà invece il tema dei linguaggi usati dagli adolescenti e delle modalità di comunicazione e relazione che si sono sviluppate attraverso l’utilizzo dei dispositivi tecnologici (smartphone, tablet) e di Internet, ambiti in cui gli adolescenti di oggi sono immersi fin dalla nascita.

In entrambi i casi saranno messi in evidenza i ruoli educativi (genitori, insegnanti) e saranno forniti spunti di riflessione, per rendere la comunicazione con gli adolescenti più fluida ed efficace.

Gli incontri, ad ingresso gratuito e aperti a tutta la cittadinanza, hanno lo scopo di offrire un’opportunità per approfondire la conoscenza di una generazione che presenta molti aspetti apparentemente difficili da comprendere e generare un dialogo attivo tra il pubblico e i relatori, in cui si crei lo spazio per esplorare dubbi, consapevolezze e paure, per proporre quesiti e cercare delle risposte .

“Charlie è tornato a concentrarsi attivamente sull’adolescenza, per offrire un ascolto sempre più specializzato e mirato a questa fascia di popolazione, intercettando i bisogni e adeguando gli strumenti comunicativi alle scelte e alle abitudini dei ragazzi” spiega Angelo Migliarini, Presidente della Fondazione Charlie Onlus e creatore di Charlie Telefono Amico, nel 1990. “All’interno di questo percorso di studio, La Fondazione Charlie Onlus propone alcuni momenti di riflessione e di dialogo, per condividere la propria esperienza di ascolto, stimolare una maggiore partecipazione e per continuare ad essere presente in modo attivo sul proprio territorio.

Charlie rappresenta un’importante e preziosa risorsa, un’opportunità di crescita personale, di incontro, di formazione, di continuo apprendimento che trova un senso solo se inserito in un contesto sociale di accoglienza, confronto e condivisione”



Tag

Quel giorno di 38 anni fa: la sfida tra la Ferrari di Villeneuve e un F 104

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Politica

Sport