QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 17°31° 
Domani 16°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 22 settembre 2018

Attualità mercoledì 09 marzo 2016 ore 06:30

Altri 45mila euro per l'emergenza sfratti

Gli assessori alla casa di Pisa e Pontedera, Zambito e Cecchi, hanno illustrato la situazione relativa agli sfratti in provincia



PONTEDERA — A partire dal 9 marzo sarà ripubblicato per 60 giorni, fino al 9 maggio, nei Comuni di Pisa, Cascina, Pontedera, San Giuliano Terme, l’avviso pubblico per l’accesso al contributo nazionale per morosità incolpevole. 

A febbraio 2016 , sono arrivate, da un apposito Fondo nazionale, 331mila euro da destinare a tutte le famiglie, residenti in questi 4 Comuni (definiti ad alta tensione abitativa), che si trovano in una situazione di sfratto per morosità incolpevole. 

Queste le risorse disponibili nei quattro Comuni:

• Pisa Euro 168.614,77
• Cascina Euro 67.771,00
• Pontedera Euro 45.678,25
• S. G.Terme Euro 49.658,92

L'assessore alle politiche abitative di Pontedera Marco Cecchi ha commentato: "In un quadro di contrazione delle spese destinate al sociale, i fondi regionali e statali dedicatio agli sfratti rappresentano un aiuto importantissimo per affrontare sul territorio l'emergenza abitativa. Non è infatti pensabile che le sole amministrazioni comunali, con le proprie risorse o con gli alloggi di edilizia popolare, possano dare risposta alle centinaia di sfratti dovuti alla crisi economica."

Per accedere a questo contributo nazionale è necessario che l’inquilino presenti la domanda e dimostri che la morosità dello sfratto sia incolpevole, ossia dovuta ad una diminuzione del reddito disponibile (per licenziamento, riduzione orario di lavoro, cassa integrazione, mancato rinnovo di contratti a termine, cessazione attività, malattia grave o infortunio o decesso di un familiare). L’Avviso Pubblico individua, in conformità ai criteri statali, queste cause e le altre condizioni, soggettive ed oggettive, di ammissione al contributo che saranno valutate dalla Commissione Territoriale per il contrasto abitativo del Lode Pisano. Questa misura è in grado di dare una risposta all’attuale tensione abitativa di numerose famiglie sotto sfratto, come già dimostrato l’anno scorso, proponendo ai proprietari degli inquilini ammessi o la sottoscrizione di un nuovo contratto con sanatoria della morosità accumulata o un rinvio dell’esecuzione dietro erogazione di un’indennità di occupazione. Laddove il proprietario non intenda aderire a queste proposte o laddove l’inquilino intenda cercare autonomamente un nuovo alloggio, purché ammesso, ha la possibilità di utilizzare una somma come deposito cauzionale per un passaggio da casa a casa.

Le domande di partecipazione al presente avviso pubblico vengono raccolte per i residenti del Comune di Pontedera allo sportello di CasaValdera in via Brigate Partigiane 4 (Unione dei Comuni della Valdera) aperto il lunedì dalle 15 alle 18 e il venerdì dalle 9 alle 12.

Per venire incontro alla particolare situazione di alcune famiglie residenti in questi Comuni, ammesse al Contributo per la prevenzione sfratti per l’anno 2015 ma non liquidate per insufficienza delle risorse regionali a ciò stanziate, la Commissione Territoriale per il contrasto abitativo del Lode Pisano ha disposto, come propria azione di intervento, di segnalare alla Prefettura di Pisa questi nominativi per un differimento dello sfratto. Si tratta di 24 nominativi residenti a Pisa (7), Cascina (12), Pontedera (4) e San Giuliano Terme (1). In particolare la Commissione ha ritenuto opportuno dare a questi inquilini, già ammessi al contributo regionale, la possibilità di richiedere utilmente il contributo nazionale e, previa ammissione, di esserne beneficiari.

Risorse nazionali e regionali per la morosità incolpevole anno 2015: risorse regionali (bandi emessi a settembre 2015) in tutti i Comuni della provincia di Pisa 533mila euro disponibili (192 domande ammesse): sono ancora in corso trattative in Valdera, a Pisa e a Cascina per spendere circa 35mila euro residuati (le domande inevase per carenza di risorse circa 50). Risorse nazionali (bandi emessi a febbraio 2015) nei Comuni ad alta tensione abitativa: Pisa, Pontedera, Cascina e San Giuliano Terme 400mila euro disponibili: 56 beneficiari, ancora da spendere circa 50mila euro di risorse residuate concentrate nel Comune di San Giuliano Terme.

Totale delle risorse in provincia di Pisa destinate alla morosità incolpevole: 833mila euro (spese 750mila). Circa 190 i casi di sfratto per i quali la Commissione territoriale sfratti ha potuto destinare risorse per il superamento o il differimento dello sfratto.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Spettacoli

Sport

Attualità