QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 16°30° 
Domani 17°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 18 luglio 2019

Elezioni giovedì 09 maggio 2019 ore 14:44

Bagnoli propone un bonus alle imprese che assumono

Matteo Bagnoli

Per il candidato sindaco del cdx servirà a "creare nuovi posti di lavoro, aumentare i cittadini pontederesi, creare e attirare nuova ricchezza"



PONTEDERA — Sono tre le chiavi che Matteo Bagnoli, candidato sindaco del centrodestra, si prefigge di usare in caso di elezione, per dare una spinta all'economia cittadina: un bonus lavoro alle imprese che assumono, un programma per attrarre investimenti e la realizzazione di un "campus dell’innovazione".

Riguardo alla prima "chiave", Bagnoli propone l'istituzione di 50 “bonus lavoro” annui, dell’ammontare di 2mila euro ciascuno, da destinare alle imprese con sede nel comune di Pontedera, che assumano a partire dal 1 gennaio 2020 giovani sotto i 30 anni o lavoratori in mobilità. Un provvedimento al quale aggiungerebbe anche la concessione in comodato gratuito di 5 immobili di proprietà del Comune "tra quelli già inseriti nel piano di dismissione dal Consiglio Comunale e che ormai da anni continuano a restare invenduti" a uso fondi commerciali, uffici, artigianale a 5 imprese da individuare attraverso un bando pubblico. 

Terza "chiave", la creazione di un campus "in cui le aziende del territorio potranno avere risposta alle esigenze di innovazione, sviluppo, co-creazione, internazionalizzazione e soluzioni per competere sui mercati".

"L’obiettivo - ha spiegato il candidato sindaco del centrodestra - è creare nuovi posti di lavoro, aumentare i cittadini pontederesi, creare e attirare nuova ricchezza. Niente tasse locali per due anni per le aziende che si insedieranno a Pontedera, una mappa delle opportunità di insediamento e lo sviluppo di una rete di infrastrutture per le imprese".

In particolare, "i bonus lavoro verrebbero scontati dalle imprese in servizi e bollette comunali o di aziende partecipate, come gas, acqua e rifiuti". Mentre sul fronte del comodato, al termine dei tre anni "si trasformerà in affitto concordato con uno sconto del 30 per cento rispetto ai costi di mercato, altrimenti il fondo tornerà al Comune". 

Inoltre, Bagnoli punta a realizzare un “Atlante delle opportunità”, ossia un "censimento di tutti gli immobili disponibili per l’immediato insediamento di nuove imprese e la creazione di un database pubblico a disposizione degli imprenditori che vogliono stabilirsi a Pontedera".

Per rilanciare l'economia cittadina, inoltre, Bagnoli pensa anche a sfruttare il patrimonio culturale. "Si prevede - spiega in proposito - di stanziare un fondo di 100mila euro per finanziare 5 progetti culturali affidando ai titolari di tali progetti, individuati tramite bando pubblico, la gestione di percorsi turistici, monumenti, palazzi, chiese e aree di interesse di proprietà o in gestione al Comune di Pontedera. Ciascun progetto finanziato dovrà prevedere l’assunzione per tutta la durata dell’anno di almeno 5 persone. Nel bando dovrà essere precisato che due di questi progetti dovranno riguardare la valorizzazione e promozione turistica di Montecastello e Treggiaia. Valorizzazione e messa in rete del Museo Piaggio e del PALP come motore culturale e incentivo turistico della nostra città".

Riguardo al "campus dell'innovazione", Bagnoli lo immagina così: "Spazi a disposizione per giovani professionisti under 35 e startup di giovani di Pontedera, per agevolare e incoraggiare all’avvio di impresa, stimolando la loro attività facendo rete e rispondendo alle esigenze che le aziende del territorio richiedono. Un punto di riferimento, insieme al Pontech e alla Fondazione Piaggio, che l’amministrazione vuole mettere a disposizione per gli eventi e la formazione nell’ambito dell’imprenditoria e delle mansioni lavorative del futuro. Innovation Hub Pontedera dovrà essere l’inizio di un ulteriore sviluppo e propensione all’innovazione del nostro territorio, una volta centro nevralgico grazie alla Piaggio ed al suo indotto, ma che deve ritrovare la sua centralità e dimensione coinvolgendo e agevolando grandi imprese ad investire a Pontedera. Per questo motivo, il Comune potrà mettere a disposizione locali e concedere la costruzione di Campus Aziendali o Hub direttamente ad aziende leader a livello mondiale in ambito manifatturiero e tecnologico, a patto che si sviluppino sinergie con le aziende del territorio in ottica di Open Innovation".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Sport

Cronaca