Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:30 METEO:PONTEDERA14°29°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 23 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Casa Milan, i tifosi accolgono il bus rossonero: Ibra in prima fila

Attualità lunedì 18 febbraio 2019 ore 17:20

"Basta con la Valdera ognuno per sé"

L'Unione dei SETTE comuni ha lanciato il maxi progetto di un "piano strutturale intercomunale" allargato alle zone confinanti



PONTEDERA — Un esempio pratico per iniziare. "Se ognuno fa da sé ci ritroveremo sempre più con strade e ciclabili che finiscono nel nulla e non combaciamo con quelle del comune accanto". Parole dell'onorevole e presidente dell'Unione, Lucia Ciampi, sindaca Arianna Cecchini di Capannoli, dottor Giovanni Forte e architetto Massimo Parrini

Per la verità storica, non è la prima volta che si tenta di progettare una Valdera più organica _ cominciò Giacomo Maccheroni a inizio anni '70 chiamando a raccolta tutti i sindaci, poi nacque l'Intercomunale Valdera varata dalla Regione e negli anni '90 un consorzio appoggiato anche da Giovanni Agnelli realizzò l'attuale viabilità 'di patto' fra Pontedera, Ponsacco e Lari _ ma non è detto che stavolta non sia la volta buona. E venerdì scorso di questi argomenti si è parlato anche a Peccioli.

L'Unione Valdera dei 7 comuni ha infatti lanciato il progetto di un "piano strutturale intercomunale" con l'obiettivo di migliorare e collegare sia all'interno che in rapporto col circondario la viabilità, i trasporti, le zone industriali e quelle agricole e agrituristiche, le strutture scolastiche e altro ancora, per non trovarsi arretrata rispetto alle "grandi novità che il terzo millennio sta già mostrando anche in Italia e che nei prossimi anni saranno ancor più incisive".

"Per cui chi resterà isolato e fermo o quasi avrà problemi grossi", hanno detto praticamente a una voce i quattro presentatori alla stampa del progetto e Monica Baldini di Sociolab che si occuperà del processo partecipativo aperto a tutti. Alla realizzazione del piano strutturale lavoreranno 40 dipendenti dell'Unione e dei 7 comuni, con tempistiche che non contrasteranno con le loro attuali funzioni, ma anche con la collaborazione per i settori specifici di varie facoltà delle università di Pisa e Firenze. 

La strategia iniziale è di coinvolgere anche l'Alta Valdera con la sua Unione dei 4 comuni , Ponsacco che è fuori da tutte e due le unioni come Santa Maria a Monte, Volterra da una parte e dall'altra i comuni delle zone limitrofe che portano alla Lucchesia e all'autostrada Firenze-Mare, comprensorio del Cuoio e interporto che guarda al porto e al mare di Livorno.

Un progetto, dunque, di ampio respiro "impossibile da realizzare a breve tempo" ma con incontri, qualcuno già effettuato, che coinvolgano amministrazioni pubbliche, professionisti e cittadini, aziende e altri settori.

Mario Mannucci
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Oltre 500 appassionati hanno partecipato alla manifestazione cicloturistica per mountain bike e gravel. 4 percorsi tra sentieri, borghi e colline
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Franco Bernardeschi

Sabato 21 Maggio 2022
Onoranze funebri
PUBBLICA ASSISTENZA Pontedera
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cultura

Cronaca