QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 20° 
Domani 20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 25 marzo 2019

Attualità mercoledì 19 dicembre 2018 ore 19:30

Cantieri fermi, l'assessore fa il punto

Per l'area di Gello si va verso il contenzioso con la ditta che ha sospeso i lavori, mentre per la rotatoria al Chiesino il cantiere ripartirà a breve



PONTEDERA — "Prima dell'estate avevamo programmato con la ditta, per novembre, la piantumazione di alcuni alberi ma arrivati alla scadenza, nonostante numerosi solleciti, non si è fatta più sentire né vedere". Così l'assessore ai lavori pubblici Matteo Franconi che, a riguardo dei lavori fermi nell'area industriale di Gello, prospetta con un po' di rammarico un nuovo contenzioso per il Comune, come già fu per la rotatoria al Chiesino.

I lavori, lo ricordiamo, sono stati cofinanziati dalla Regione attraverso il bando per le "Aree produttive ecologicamente attrezzate" (Apea) e prevedevano la realizzazione di aree verdi, piste ciclabili per 3,5 Km e parcheggi coperti, dotati di impianti fotovoltaici, in via dell'Industria, via Piemonte e via Toscana. Ma di tutto questo, nonostante lo stanziamento complessivo iniziale di 2,2 milioni di euro, poco si è visto.

Lo scenario, come detto, è piuttosto simile a quello già visto per la rotatoria al Chiesino: una ditta ha vinto l'appalto e poco dopo ha iniziato a latitare. "Per i lavori Apea fermi nell'area di Gello - ha confermato l'assessore Franconi - il Comune ha affidato le carte a un legale: la ditta ha ancora tempo per riprendere i lavori, altrimenti dovremo necessariamente rescindere il contratto d'appalto, con conseguente prevedibile contenzioso".

In tal caso i tempi si allungherano. Dice Franconi: "Dopo la rescissione, contenzioso o no, servirà tempo per stimare i lavori fatti e i lavori da fare, approntare una nuova gara e procedere con l'affidamento".

Fermi, ancora, anche i lavori al Chiesino ma l'assessore assicura che a gennaio ripartiranno. Come già spigato in passato "è stato necessario rivedere il progetto - ha detto in proposito Franconi - per far sì di non dover metterci mano una seconda volta nel caso in cui vada in porto un progetto del Comune di Calcinaia, per deviare verso lo Scolmatore e non più verso Fornacette alcuni fossi di acque bianche di Oltrarno. A gennaio i lavori ripartiranno secondo la tabella di marcia prevista". 

loading...


Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Attualità