QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 9° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 17 novembre 2019

Attualità lunedì 19 dicembre 2016 ore 18:00

Dalla Valdera 30mila euro ai cugini marchigiani

Questa la cifra stanziata dall'Unione per il Comune di Loro Piceno, serviranno per la mensa scolastica. da Calcinaia banchi, cattedre, sedie e lavagne



PONTEDERA — Trentamila euro. Questa la cifra che partirà dall'Unione Valdera per il Comune di Loro Piceno. Nel segno della solidarietà si è rinnovato il legame che da decenni lega questa zona alle terre marchigiane colpite dal sisma, i cui residenti in molti affondano le proprie radici in Valdera.

“Quello che ci lega alla realtà di Loro Piceno – ha spiegato Corrado Guidi, presidente dell’Unione dei Comuni della Valdera, affiancato da una rappresentanza dei sindaci dell’Unione tra cui Lucia Ciampi di Calcinaia e Mirko Terreni di Casciana Terme Lari – è un rapporto che è andato costituendosi a partire dagli anni Sessanta, grazie alla massiccia emigrazione marchigiana diretta nel territorio della Valdera. È proprio in virtù di questa amicizia che l’Unione si è fatta più vicina a Loro Piceno, mettendo a disposizione le risorse raccolte in favore delle popolazioni terremotate per contribuire a un ritorno alla normalità più rapido possibile della comunità lorese. Il borgo ha infatti riportato gravi danni a seguito del sisma del 24 Agosto e di quello più recente, risalente allo scorso 30 Ottobre. In un’ottica di sostegno e collaborazione, abbiamo volentieri accolto la richiesta del Sindaco Ilenia Catalini: offrire un aiuto nella realizzazione di una nuova scuola, in particolare dell’area mensa-refettorio”.

“Stimiamo di poter supportare i nostri amici marchigiani con una cifra pari a circa 30mila euro – precisa Guidi -. Di questa somma fanno parte le non solo le donazioni effettuate da amministratori e dipendenti pubblici, cittadini, cittadine e associazioni, convogliate nel conto corrente aperto ad hoc dall’Unione a poche ore dal sisma di Agosto, ma anche le risorse provenienti da iniziative promosse da associazioni locali, alcune delle quali in programma nelle prossime festività, e, infine, un contributo diretto da parte dell’Unione Valdera. Una vera propria rete solidale, insomma, non solo efficace e ben organizzata, ma anche ben indirizzata, mirata alla realizzazione di un preciso e tangibile progetto. Valore aggiunto di questo collettivo e condiviso percorso di generosità è l’espressione di grande fiducia che cittadinanza e realtà associative locali hanno espresso nei confronti dell’Unione Valdera, che rappresenta sempre più una comunità unita e coesa”.

“Le forti scosse che hanno segnato gli scorsi mesi – racconta il giovanissimo Sindaco lorese, Ilenia Catalini – hanno compromesso l’agibilità di numerose dimore private e danneggiato alcuni edifici pubblici. Per quanto riguarda l’aspetto abitativo, abbiamo cercato di affrontare le problematiche emerse trovando soluzioni sostitutive il più possibile in loco. Sul fronte delle strutture pubbliche, ci stiamo rimboccando le maniche, seguendo una scala di priorità. Tra queste, quella che riteniamo più urgente è certamente la scuola. Attualmente, tutti i nostri studenti sono stati convogliati in un unico edificio: quello antisismico della nuova Scuola Media, che non ha riportato nessun danno a seguito del sisma. Questa decisione è stata resa necessaria dalle condizioni in cui versa attualmente la Scuola Primaria, resa inagibile dal terremoto e in attesa di esser demolita. L’edificio ospitava cinque classi, circa 100 bambini, e l’area mensa, uno dei nostri fiori all’occhiello, in grado di preparare quasi 150 pasti al giorno di elevatissima qualità, con prodotti a km zero”.

“Alunni e alunne dai 6 agli 11 anni – prosegue Catalini - sono quindi andati ad aggiungersi alla popolazione scolastica preesistente all’interno della Scuola Media Inferiore del nostro paese. Una new entry che ha reso il plesso piuttosto affollato, visto che, fin da prima del terremoto, accoglieva provvisoriamente anche i piccoli dell’infanzia, senza una sede poiché destinati ad avere presto un nuovo edificio tutto per loro. La mensa è attualmente stata spostata nella palestra, con tutte le problematiche che si possono immaginare”.

Oltre ai soldi, un altro aiuto è arrivato anche direttamente dal Comune di Calcinaia che, dopo la dismissione della scuola istituti di via Leopardi, piazza Della Repubblica e via Morandi data dall'apertura del nuovo polo scolastico di Fornacette, ha deciso di donare a Loro Piceno i banchi, le cattedre, le sedie e le lavagne non più utilizzate.

Nonostante le difficoltà, il Sindaco di Loro Piceno non si scoraggia: una soluzione è attesa nei prossimi mesi, anche grazie all’aiuto dell’Unione Valdera. “Un netto miglioramento della situazione arriverà quando la nuova scuola dell’infanzia, per la realizzazione della quale i cantieri sono stati da poco aperti, vedrà la luce. Il cronoprogramma prevede come conclusione dei lavori l’estate 2017. Sarà proprio in quella struttura che sorgerà la nuova mensa – refettorio, merito del sostegno dell’Unione Valdera, che ringraziamo di cuore. Ci auguriamo che possa entrare in funzione fin dal prossimo anno scolastico”.

A suggellare questa sorta di solidale gemellaggio alcuni prodotti tipici portati in dono dal Sindaco di Loro Piceno e una promessa: quella di incontrarsi presto a pranzo, seduti ai tavoli della nuova mensa scolastica.

Per contribuire al progetto c’è ancora tempo: rimane infatti a disposizione dei donatori il conto corrente attivato dall’Unione Valdera. L’Iban èIT66 G 08562 70910 000012022653, mentre l’intestazione è “SISMA 24.8.16 – Fondi x ricostruzione”.



Tag

Maltempo a Firenze, l'Arno in piena attraversa la città: il video dall'elicottero

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca