Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:25 METEO:PONTEDERA15°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 19 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Attualità domenica 06 dicembre 2020 ore 07:00

Discutere fa bene a tutti

In questo autunno-inverno la città si è interessata e divisa su vari temi e questioni, ma dibatterne anche con forza a livello politico e popolare non può che essere positivo



PONTEDERA — Manca una ventina di giorni a Natale. Il primo Natale col pandemico Coronavirus dopo la febbre Spagnola, degli anni fra il 1918 e il 1920, che fece tanti morti. Non si sa di preciso quanti in più o in meno rispetto del Covid. Bisogna andare avanti, cari concittadini pontaderesi, con la speranza che davvero in gennaio arrivino i primi vaccini, poi i secondi e così via.

Gli auguri ce li faremo più tardi, intanto chi scrive non è riuscito di capire perché Pontedera abbia spesso avuto, in questa pandemia di ritorno, più contagiati che non, ad esempio, Pisa e Cascina. Forse lo scopriremo in seguito o forse non lo scopriremo mai. Chi sa... Fermo restando che quel che più interessa in questi giorni è il calo dei contagi. 

Ciò detto, passiamo a qualcosa di meno tragico e che pur con contrasti non ha provocato vittime né quarantene. Ad esempio, parliamo fra noi della questione Curtatone-Mazzinghi in attesa che le autorità decidano se deve restare la storica intitolazione, premiata anche nel nostro referendum, o se ne deve prendere il posto quella al nostro campione di pugilato. Il caso non è ancora chiarito e deciso ma, eccoci al punto, crediamo che al di là delle opposte opinioni la "querelle", comunque si concluda, ha portato in città un ventata di vivaci discussioni che non possono far altro che ravvivare i toni. Insomma, più si parla, e si vota anche, di questioni come queste, più la città è vivace. "Melius abundare (in questi contrasti senza scontri sopra le righe) quam deficere. Meglio battere e ribattere la questione che non disinteressarsene e magari brontolare 'in segreto'. 

Una ventina di giorni fa scoppiò in città anche il caso della faccia di Chiara Ferragni al posto della Madonna nel presepe realizzato sul terrazzino di Palazzo Stefanelli. Qui il discorso si fa un po' più difficile perché i contrari furono molti e soprattutto di parte cattolica, ma anche qui il dibattito non ha portato, per così dire, a situazioni pesanti. 

Qualcosa di simile successe qualche anni fa per la composizione fatta nella ex chiesa del ponte napoleonico, col gallo (finto) messo lì per cantare tre volte secondo la famosa frase di Gesù a Giuda "Questa notte, prima che il gallo canti due volte, tu mi rinnegherai tre volte”. Anche allora ci furono contrari, come contrari alla forte e costosa illuminazione - si parla sia di 300mila euro e sia di molto meno - sono stati gruppi politici del centrodestra e singoli cittadini.

Conclusione: il dibattito democratico, anche ferreo, è più una forza che non una debolezza.

Mario Mannucci
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nelle ultime 24 ore rilevate 25 nuove positività al coronavirus in Valdera. I dati della Ausl Toscana nord ovest anche su ricoverati e vaccinazioni
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca