QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 12° 
Domani 10°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 14 dicembre 2019

Attualità mercoledì 10 aprile 2019 ore 12:00

​Efficientamento energetico all'ospedale Lotti

La struttura cittadina rientra tra quelle che usufruiranno dei 25 milioni di euro che Asl investirà per migliorare gli impianti energetici



PONTEDERA — La ASL Toscana nord ovest è in testa alle classifiche regionali e nazionali nel settore dell’efficientamento energetico, grazie alle competenze acquisite ed ai risultati ottenuti. Infatti, si è aggiudicata la prima gara di “contratto di rendimento energetico” o “Energy Performance Contract(EPC) per 25 milioni di euro e una minor spesa di 1 milione e mezzo di euro sul bilancio aziendale per i prossimi 10 anni.

“Come azienda sanitaria - afferma Stefano Maestrelli, energy manager dell’Asl Toscana nord ovest – abbiamo voluto sperimentare, per la prima volta in Italia, questa tipologia di contratto estendendolo a 13 edifici* (6 ospedali, 2 ex ospedali e 5 grandi distretti) nelle province di Massa Carrara, Lucca e Pisa, con una superficie totale di circa 250.000 mq. e con una spesa storica annuale di 10,5 milioni di euro.

“L’aggiudicazione di questa gara – continua Maestrelli – porterà molti vantaggi al servizio sanitario regionale. Infatti, un investimento di 25.062.000 di euro, a carico del privato, da destinare alla messa a norma o alla realizzazione di innovativi impianti termici ed elettrici inciderà anche sull’occupazione con l’assunzione di 75 tecnici. Inoltre, si stima un ribasso della spesa storica (bollette elettriche e gas) di 1.499.212 di euro per ogni anno. Sul fronte della tutela ambientale, l’efficientamento impiantisco garantirà anche ad una forte riduzione delle emissioni, sia dei metalli pesanti sia della CO2, equivalente all’ossigeno prodotto da 15.000 nuovi alberi o alla riduzione di 6.500 autoveicoli sulle strade della Toscana. Infine, sarà realizzata una moderna control room, unica per tutti i fabbricati, da cui monitorare, gestire e regolare gli impianti, anche se questi sono distribuiti in un raggio di 100 Km”.

L’efficienza energetica rappresenta per gli enti pubblici uno dei fini istituzionali, obiettivo che le nuove normative nazionali ed europee assegnano alle amministrazioni alle regioni, ai comuni, alle province e alle aziende sanitarie. Per legge è previsto il ricorso ai contratti di rendimento energetico, dove un soggetto “fornitore” (Energy Saving Company o E.S.Co. privata) si impegna, con i propri mezzi finanziari, ad effettuare un intervento di efficientamento energetico su un impianto o edificio di proprietà di un soggetto “beneficiario”. (ente pubblico).

Al termine del contratto (10 anni) l’ente, che già aveva goduto dell’investimento realizzato sui propri impianti, si approprierà anche di tutti i vantaggi, in termini di miglioramento dell’efficienza energetica e degli interi risparmi economici derivanti dall’intervento.

Attualmente è in corso una seconda gara che vedrà coinvolto il territorio della provincia di Livorno e quello della Versilia, l’importo dell’investimento salirà a 55 milioni di euro, il risparmio annuale sarà di 3,5 milioni e gli edifici interessati saranno 21”. (dg)

* Edifici interessati all’efficientamento energetico

Ambito territoriale di Massa Carrara - ospedale di Pontremoli – ospedale di Fivizzano – ex ospedale di Carrara – ex ospedale Civico - distretto Bassa Tambura;

Ambito territoriale di Lucca – ospedale di Castelnuovo Garfagnana; ospedale di Barga; Cittadella della Salute "Campo di Marte" (ex ospedale); - dipartimento di Prevenzione (Capannori);

Ambito di Pisa – ospedale di Volterra ospedale di Pontedera;

Ambito territoriale della Versilia - ex ospedale di Camaiore - ex ospedale di Viareggio G.Tabarracci



Tag

Piazza Fontana, il giornalista del Corriere che era nella banca: «Mi salvò un caffè»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Lavoro

Cultura

Attualità