comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 18°31° 
Domani 18°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 09 luglio 2020
corriere tv
Post Covid, Lamorgese: «In autunno avremo grave crisi economica, c'è rischio concreto di tensioni»

Attualità venerdì 03 aprile 2020 ore 13:01

Emergenza Covid, la solidarietà non si ferma

Mascherine destinate all'Ospedale Lotti da Farmavaldera

Dalle donazioni in denaro alle mascherine, si moltiplicano in Valdera le iniziative per aiutare i medici oppure i cittadini più in difficoltà



PONTEDERA — Diamo conto di una serie di iniziative di solidarietà legate all'emergenza coronavirus e realizzate negli ultimi giorni in Valdera. Si va dalla realizzazione di mascherine alla loro donazione, fino ad importanti versamenti in denaro a favore degli ospedali, delle associazioni o della Protezione Civile.

Movet, associazione insediata presso il polo tecnologico di Pontedera, ha donato 2000 euro alla raccolta fondi regionale a sostegno degli ospedali toscani, impegnati nella battaglia contro Covid-19. Movet si occupa di sviluppo tecnologico nel settore automotive, lavorando a contatto con aziende, presenti sul territorio regionale, come Vitesco (già Continental), Magna Closures e Pierburg, e le Università di Pisa e Firenze. La raccolta fondi, avviata dalla Regione Toscana, ha già totalizzato più di 2500 donazioni da privati, associazioni e imprese, per un ammontare di quasi 770mila euro.

L'Associazione Volontari Ospedalieri (Avo) di Pontedera ha donato all'ospedale Lotti 120 camici monouso (di cui 20 omaggiati dalla ditta produttrice Aletta) destinati al reparto dedicato ai pazienti Covid. "La scorsa settimana avevamo provveduto a dare un contributo economico - ha detto la presidente Avo, Serena Morandi -, no che sia da meno, ma riuscire nel nostro piccolo, a donare in poche ore del materiale di protezione è per noi una soddisfazione immensa. La nostra volontaria che è andata a consegnare ci riporta un applauso ed un inchino di gratitudine e gioia da parte del personale ospedaliero. Noi rispondiamo: Grazie a tutti voi operatori sanitari per il notevole lavoro che ogni giorno svolgete".

Cento mascherine prodotte Great Italian Tailory a Fornacette sono state donate alla responsabile dell'unità funzionale dei servizi sociali di Pontedera dall’associazione Ancri di Pisa (associazione nazionale insigniti dell’ordine al merito della Repubblica italiana). Alla consegna era presente il vicesindaco, Alessandro Puccinelli, ed i consiglieri Ancri Sabrina Chiellini e Alessio Giani. Un dono gradito, come ha detto la dottoressa Barbara Tognotti, visto che ancora molte assistenti sociali del distretto ne sono sprovviste. Altri dispositivi saranno consegnati nei prossimi giorni a medici e al Comune di San Giuliano Terme. 


Farmavaldera SrL, società di gestione delle farmacie comunali di Capannoli, Ponsacco e Santa Maria a Monte, ha donato mille mascherine filtranti per la protezione del personale sanitario all’Ospedale Felice Lotti di Pontedera alla presenza del direttore dr. Luca Nardi."Un piccolo contributo - ha detto Simone Chiaverini, presidente del CdA di Farmavaldera - quale riconoscimento dell’incessante sforzo del personale sanitario, quotidianamente impegnato ad affrontare l’emergenza epidemiologica causata dal Covid-19, a tutela della sua sicurezza. Sulle confezioni un messaggio augurale preparato dai nostri farmacisti".

La sindaca di Capannoli Arianna Cecchini ha consegnato dei kit di protezione ai medici di famiglia e al pediatra che svolgono attività sul territorio comunale. Ogni kit è composto da una tuta in tnt, un camice e due mascherine ffp2. Una donazione resa possibile grazie ai contributi dell'iniziativa "Proteggiamoli" dell'Unione Valdera, nata per distribuire mascherine alla popolazione, favorendo il lavoro di aziende locali, ma soprattutto per dotare il personale sanitario delle necessarie attrezzature. "I nostri dottori sono in prima linea come lo sono i medici degli ospedali - ha commentato Cecchini - e spesso non hanno dotazioni sufficienti per poter visitare pazienti affetti da Covid-19".

Quattro tappezzerie di Ponsacco hanno riconvertito la loro produzione per produrre mascherine per il Comune, mascherine poi distribuite ai cittadini dalle associazioni Pubblica Assistenza, Misericordia e Vab. “Sono Cionini, Ricci, Tosi e Matteoli i 4 magnifici tappezzieri di Ponsacco che - ha sottolineato la sindaca Francesca Brogi -, con spirito di servizio e amore per la propria comunità, hanno deciso, in un momento così difficile, di riconvertire la propria attività e di mettersi a produrre le mascherine per i cittadini di Ponsacco. Consapevoli della difficoltà nel reperirle e dei costi che l'Amministrazione avrebbe dovuto sostenere, hanno deciso di lavorare di fatto gratuitamente, perché il contributo spese che gli riconosceremo servirà solo ad abbattere i costi. Ricordiamoci di loro, dei loro volti e del bel gesto che hanno fatto per la sicurezza di tutti noi. La nostra è una comunità di cui essere fieri".

Cento mascherine, 300 guanti monouso, e 6 tute protettive contro gli agenti chimici e batteriologici, sono state donate dalla lista civica Terricciola SiCura a beneficio dell’intera comunità di Terricciola. "In un momento così difficile e delicato, non ci devono essere divisioni politiche, ma una piena collaborazione per il bene comune" hanno sottolineato dal gruppo di minoranza.

L’azienda Esanastri di Calcinaia ha donato al Comune di Calcinaia la prima produzione di visiere protettive che sono state prontamente consegnate al personale sanitario e agli operatori della Protezione Civile in modo che possano svolgere in sicurezza il loro lavoro. Il materiale è stato recapitato direttamente al sindaco, Cristiano Alderigi, e al vicesindaco, Flavio Tani. “Un enorme grazie a Esanastri e alla famiglia Posarelli – ha commentato il primo cittadino - per questa generosa donazione che abbiamo già provveduto a recapitare a chi nel nostro territorio, si trova in prima linea nella lotta contro questo subdolo nemico".

Fratelli d’Italia della provincia di Pisa, nella figura di Giorgio Vannozzi e dei tre coordinatori di zona Matteo Arcenni, Antonella Scocca e Mario di Candia per la Valdera, Fabio Mini, Marco Rusconi e Johann Bontà per il Cuoio e Rachele Compare per Pisa hanno distribuito 600 mascherine ai plessi ospedalieri del territorio. "Il tutto è stato reso possibile grazie alla solidarietà di Maia Group di Pontedera e la sua titolare Federica Russo - hanno precisato da Fdi -. Un gesto di solidarietà che vuole dimostrare la nostra vicinanza a tutti i medici, infermieri e operatori sanitari e che permetterà loro di lavorare in sicurezza. A questi eroi in prima linea contro il virus va tutta la nostra riconoscenza e gratitudine".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Attualità

Attualità