QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 11°17° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 12 novembre 2019

Attualità lunedì 25 luglio 2016 ore 14:30

Il nuovo comandante della Guardia di finanza

Da sinistra Natalino Nassa, il sindaco Simone Millozzi e il nuovo comandante Alessandro Limpido

Il sindaco Millozzi ha salutato in sala consiliare Nassa e ha accolto Limpido: "Ho lavorato in Sicilia e Calabria, bisogna essere camaleontici"



PONTEDERA — Un saluto e un ringraziamento al comandante Natalino Nassa e un benvenuto al nuovo giovane comandante della Guardia di finanza di Pontedera Alessandro Limpido. Il sindaco Simone Millozzi ha fatto da padrone di casa, o di città. In primis ha ringraziato il comandante uscente "per questi due anni di servizio nel nostro territorio. C'è stata grande sinergia e coordinazione tra le forze dell'ordine della nostra città mentre in altri territori non sempre accade. Al di là degli impegni le forze sono sempre state unite, anche nelle nostre riunioni mensili al tavolo della sicurezza". Il sindaco, nel ricordare il lavoro di prevenzione e controllo svolto dal tavolo ha sottolineato un tema su cui più volte si è espresso pubblicamente: "Molto spesso ci sentiamo con le mani legate a causa della mancanza della certezza della pena". 

Dopo il saluto a Nassa il benvenuto a Limpido: "Il primo approccio con il nuovo comandante è stato durante l'incontro del tavolo sicurezza col questore di Pisa. Una riunione in cui si parlava dei problemi della città, non proprio la migliore occasione di benvenuto". Il comandante Limpido ha ripreso proprio la battuta di Millozzi e ha detto: "Non sono d'accordo perché a quel tavolo, quando sono state prospettate delle problematiche sono state prospettate subito anche delle soluzioni". Limpido ha poi ripercorso molto brevemente il suo passato e ha usato una metafora per tracciare il modo in cui si calerà nella realtà della Valdera: "Ho lavorato in Sicilia e in Calabria, territori totalmente diversi per il tessuto economico e sociale. Bisogna essere camaleontici".

Il comandante uscente Natalino Nassa ha ripercorso i due anni trascorsi a Pontedera: "Lascio l'incarico di Pontedera con un po' di magone. Una città che non è grande ma si veste da grande. Ho cercato di lavorare più che comandare, di essere presente in prima persona. Abbiamo un territorio di 23 comuni, 13 della Valdera e 10 nel volterrano". Nassa ha sottolineato alcuni punti del lavoro svolto dal 2014 a oggi: "Abbiamo potenziato il servizio anti droga, problemi di spaccio alla stazione. Tuttavia le nostre prerogative sono la sicurezza economica e finanziaria". Tra le operazioni svolte Nassa ha ricordato: "Abbiamo trovato strutture che sfruttavano oltre 400 persone senza copertura assicurativa, non tutte operanti a Pontedera. Anche qui c'è lo sfruttamento del lavoro. Abbiamo trovato anche un grosso sistema di frode fiscale dell'Iva. Per esempio il commercio delle auto o dei computer o anche un caso nel settore materiale plastico. In questo caso abbiamo recuperato sei milioni di euro di Iva. Vado via con la coscienza pulita".



Tag

Maltempo, fiumi di fango per le strade di Matera

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità