QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 18°32° 
Domani 18°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 19 agosto 2019

Attualità domenica 11 agosto 2019 ore 08:39

Il veglione della novità

Il primo capodanno in piazza sbocciò in Valdera 20 anni fa nella Peccioli di Renzo Macelloni. Ora si lancia anche la Pontedera di Matteo Franconi



PONTEDERA — Vent'anni fa (meno 4 mesi e mezzo) il primo veglione di capodanno all'aperto della Valdera sbocciò in Piazza del Popolo a Peccioli. Renzo Macelloni era sindaco anche allora e decise di festeggiare il passaggio dal secondo al terzo millennio con una grande festa allargata ai 6 paesi della cosiddetta Alta Valdera alleati di Peccioli nella prima 'unione'; fu un grande successo con artisti, ballerine brasiliane, fuochi d'artificio e così via.
Anche Pontedera stava pensando di organizzare un veglione in piazza -  Martiri della Libertà, Cavour, Curtatone, Belfiore, c'era soltanto l'imbarazzo della scelta - ma Peccioli arrivò prima - un po' di concorrenza, diciamoci la verità, c'era... - per cui si decise di devolvere in beneficenza, a vari Paesi africani dove operavano anche suore pontederesi, le abbastanza consistenti cifre che si sarebbe dovuto spendere per il veglione di Capodanno. 

Vent'anni dopo - 1999 allora, 2019 oggi - il nuovo sindaco Matteo Franconi ha deciso, annunciandolo anche in campagna elettorale, che Pontedera avrà anche la festa di Capodanno, ovviamente con artisti e musica, oltre alla Notte bianca e alla Festa del commercio. E per questi 3 eventi (in ottobre c'è anche la storicissima fiera di San Luca, che però non ha veri costi per il comune) l'amministrazione Franconi ha già stanziato gli ormai famosi 123 mila euro che hanno fatto arrabbiare l'opposizione, insorta al grido "sono troppi".

Chi ha ragione? Ai posteri l'ardua sentenza, direbbe il buon Alessandro Manzoni, mentre oltre alla novità del veglione c'è anche quella del bando comunale rivolto alle associazioni pubbliche e private che operano senza fini di lucro e che sono disponibili ad organizzare la notte bianca prevista in settembre. Con contributo, ovviamente, del comune.

Anche questa, del bando pubblico, una novità. E anche in questo caso ci rimettiamo al Manzoni per la sentenza finale.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca