Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:51 METEO:PONTEDERA14°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 18 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Cronaca lunedì 16 marzo 2020 ore 08:43

In quattro su un'auto, uno era ricercato

Fermati dalla polizia fuori dal comune di residenza, hanno riferito di voler fare un giro al supermercato: tutti denunciati, l'automobilista arrestato



PONTEDERA — Ieri pomeriggio una volante del Commissariato di Pontedera, nell'effettuare i controlli sull'effettiva necessità degli spostamenti delle persone a tutela della salute pubblica contro la diffusione del coronavirus Covid-19, ha fermato un’auto con a bordo un uomo e tre giovani che girava per la città. Chiesto il motivo per cui in quattro si trovassero in auto in un comune diverso da quello di residenza (Calcinaia), la risposta sarebbe stata disarmante: volevano andare in un supermercato e dare un’occhiata in giro.

Effettuati gli accertamenti identificativi, è risultato che l’automobilista 37enne, di nazionalità albanese, era ricercato per un residuo pena di quasi otto mesi per i reati di sequestro di persona, prostituzione minorile e lesioni, mentre gli altri tre, un rumeno di 22 anni e due fratelli italiani di 19 e 20, avevano diversi precedenti di polizia.

Accompagnati in ufficio, tutti e quattro sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Pisa per il reato di inosservanza di un provvedimento dell’autorità (650 C.P.) mentre l’uomo albanese alla guida è stato arrestato e condotto alla Casa Circondariale "Don Bosco" di Pisa.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Stabile il numero dei pazienti Covid ricoverati al Lotti, mentre va avanti la campagna vaccinale. Ecco tutti i numeri di oggi
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cultura

CORONAVIRUS

Cronaca