QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 18°26° 
Domani 17°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 20 giugno 2019

Attualità martedì 10 maggio 2016 ore 16:05

In via Impastato a ricordare Peppino

Le persone che hanno ricordato Peppino Impastato nella strada a lui dedicata a Pontedera

Nell'anniversario della morte dell'attivista siciliano i Cantieri Osso del Cane hanno lanciato l'idea per rendere la strada più riconoscibile



PONTEDERA — Nel 38esimo anniversario dalla morte di Giuseppe Impastato si è svolto un’incontro per ricordarne la figura e l'opera. I partecipanti si sono ritrovati verso le 19,30 in via Impastato a Pontedera, dove è stato deposto un mazzo di fiori di campo al cartello che indica la via intitolata al politico di Cinisi ucciso il 9 maggio del 1978 per mano mafiosa.

La cerimonia civile ha ascoltato le parole del Presidente dei Cantieri Gianni Ferdani che ha richiamato alla memoria i tragici avvenimenti dell’assassinio di Peppino Impastato e ha fatto un parallelo tra le lotte della resistenza al nazifascimo e le lotte sociali antimafia ricordando in particolare il partigiano e sindacalista Placido Rizzotto. 

Ferdani ha colto l’occasione per respingere in modo forte la dichiarazione del ministro Boschi dei giorni scorsi che lasciava intendere una sorta di affinità tra Casa Pound e una parte della sinistra che voterà no ai referendum costituzionali. 

E’ stata anche lanciata la proposta dell’installazione di un cippo o di qualcosa che sia maggiormente significativo per chi transita da quel luogo per dare maggiore visibilità e importanza all’indicazione della via titolata ad Impastato. E’ stata ricordata la morte del lavoratore del marmo a Massa, l’ennesima morte sul lavoro in quel bacino e l’orazione si è conclusa con la richiesta di luce e verità per Giulio Regeni. I presenti hanno cantato assieme Ciuri de campo e i Cento Passi concludendo la manifestazione con un brindisi a Peppino Impasto alla sua famiglia e alle loro lotte con il vino prodotto dalla cooperativa Libera.



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Imprese & Professioni

Politica

Politica