Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:30 METEO:PONTEDERA16°21°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 29 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Giornalista nella furia dell'uragano Ian: si aggrappa a un cartello per non volare via

Attualità martedì 10 maggio 2016 ore 16:05

In via Impastato a ricordare Peppino

Le persone che hanno ricordato Peppino Impastato nella strada a lui dedicata a Pontedera

Nell'anniversario della morte dell'attivista siciliano i Cantieri Osso del Cane hanno lanciato l'idea per rendere la strada più riconoscibile



PONTEDERA — Nel 38esimo anniversario dalla morte di Giuseppe Impastato si è svolto un’incontro per ricordarne la figura e l'opera. I partecipanti si sono ritrovati verso le 19,30 in via Impastato a Pontedera, dove è stato deposto un mazzo di fiori di campo al cartello che indica la via intitolata al politico di Cinisi ucciso il 9 maggio del 1978 per mano mafiosa.

La cerimonia civile ha ascoltato le parole del Presidente dei Cantieri Gianni Ferdani che ha richiamato alla memoria i tragici avvenimenti dell’assassinio di Peppino Impastato e ha fatto un parallelo tra le lotte della resistenza al nazifascimo e le lotte sociali antimafia ricordando in particolare il partigiano e sindacalista Placido Rizzotto. 

Ferdani ha colto l’occasione per respingere in modo forte la dichiarazione del ministro Boschi dei giorni scorsi che lasciava intendere una sorta di affinità tra Casa Pound e una parte della sinistra che voterà no ai referendum costituzionali. 

E’ stata anche lanciata la proposta dell’installazione di un cippo o di qualcosa che sia maggiormente significativo per chi transita da quel luogo per dare maggiore visibilità e importanza all’indicazione della via titolata ad Impastato. E’ stata ricordata la morte del lavoratore del marmo a Massa, l’ennesima morte sul lavoro in quel bacino e l’orazione si è conclusa con la richiesta di luce e verità per Giulio Regeni. I presenti hanno cantato assieme Ciuri de campo e i Cento Passi concludendo la manifestazione con un brindisi a Peppino Impasto alla sua famiglia e alle loro lotte con il vino prodotto dalla cooperativa Libera.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono due bambini di 10 anni gli aggressori che hanno schiaffeggiato e minacciato due coetanei. Allertato il Tribunale dei minorenni di Firenze
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Spettacoli

Cronaca