Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:30 METEO:PONTEDERA10°18°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 22 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Clima, Draghi: «Quanto fatto non è sufficiente, dobbiamo invertire la rotta ora»

Attualità venerdì 04 dicembre 2020 ore 12:50

​La Valdera compatta? non tanto...

La Valdera
La Valdera

Da decine di anni è aperta la questione degli accorpamenti e delle unioni, con passi avanti e indietro, ma il popolo non mostra eccessivi interessi



PONTEDERA — Se da Chianni si vede Buti e il Serra (e ovviamente il contrario) questo non significa che la Valdera con tutti i suoi annessi e connessi, in tutti i sensi sia davvero unita come invece dice l'intitolazione, un po' politica, un po' amministrativa e un po' gloriosa, di 'Unione Valdera' .

Un'unione partita anche con Santa Maria a Monte (allora amministrata dal centrosinistra e con vocazione mediana tra Valdera e Cuoio) che ha però perso per la via. Come è successo per Crespina e Ponsacco, quest' ultima anche per motivi di campanilismo con Pontedera. 

E ora? Pare che la Peccioli macelloniana si unisca con Lajatico, il Comune con meno abitanti, mentre Chianni si è prenotata per rientrare nell'Unione più grande che ha sede a Pontedera nei locali della ex grande Coop trasferitasi dall'altra parte della città che guarda verso Ponsacco. 

Si dirà: ma cosa serve raccontare tutto questo? Qualche volta abbiano dubbi anche noi, mentre una gran parte del popolo valderiano si interessa assai meno di questi temi

L'idea di unire la Valdera di qua dall'Arno e di qua e di là dall'Era fino ai confini col volterrano e il livornese, è vecchia di mezzo secolo e forse più. E tante se n'è dette e ridette, con passi avanti e passi indietro e col risultato che soltanto due comuni, peraltro importanti, si sono fusi. Uno grande e storico, Lari, l'altro per la sua vocazione termale e turistica, Bagni di Casciana evoluta in Casciana Terme, 

Scendendo nella storia, e per fare un paragone, in illo tempore Vicopisano si conquistò l'autonomia da Buti mentre Ponsacco, per dirne un' altra più attuale, si staccò quattro anni fa dall'Unione Valdera restando solo . "O beata solitudo, o sola beatitudo...". 

Importante ma fallito fu il tentativo promosso dalla Peccioli di Renzo Macelloni di una fusione a tre con Capannoli e Palaia che avrebbe conquistato lo spazio più grande della Valdera. Tentativo fallito perché il popolo di Capannoli fu contrario in maniera maggioritaria anche se proprio il capannolese Filippo Fatticcioni sarebbe diventato il sindaco di tutti e tre i Comuni.

L'Alta Valdera fu la prima, sempre per iniziativa e merito di Macelloni, a lanciare un'unione a 6 poi confluita in quella a 14 per poi rifondare un'unione a 4 che ora si è sfaldata. Vero che per certi settori di attività l'Unione Valdera opera anche per altri Comuni extra unione, e anche questo dice qualcosa, mentre di fronte a tentativi di nuovi accorpamenti e soprattutto di nuovi collegamenti concreti gli ostacoli da superare sono tanti. 

Un'ultima opinione di chi scrive: le fusioni fra comuni sono difficilissime da fare, anche se almeno una volta si s è riusciti (Casciana-Lari), ma crediamo che il popolo della Valdera, diciamo così, non sia poi così interessato.   

Mario Mannucci
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
E' scomparso un uomo di 45 anni, molto conosciuto in tutta la zona. Stamani si sono svolti i funerali al Duomo di Pontedera
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Cronaca

Attualità