Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:42 METEO:PONTEDERA16°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 16 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Elezioni 2020 martedì 11 agosto 2020 ore 14:28

"Le comunità locali al centro delle politiche"

Meloni e Bagnoli
Meloni e Bagnoli

Il candidato pisano di Fdi Bagnoli: "La Toscana dopo anni di guida monocolore, ha bisogno di nuova linfa. Ecco perché ho accettato la candidatura"



PONTEDERA — Il candidato al Consiglio regionale di Fratelli d'Italia, Matteo Bagnoli, sta viaggiando per la provincia ed è intervenuto per parlare della sua candidatura e di alcuni aspetti critici del territorio.

“Troppe le criticità irrisolte in questi anni: dell’ospedale di Volterra ai problemi infrastrutturali della sr 68, dalla Bientinese all’alta velocità tra Firenze e Pisa; dalla valorizzazione degli imprenditori dell’industria della Valdera, agli artigiani della Valdicecina e della Valdera fino alle eccellenze del distretto conciario e alla tutela dell’industria farmaceutica pisana.”.

“La provincia di Pisa attende da troppo tempo risposte dal governo regionale sulle molte criticità che sta vivendo. Un territorio che chiede a gran voce un’attenzione maggiore alla tutela del suo ambiente con meno discariche e una valorizzazione dello sviluppo turistico e delle sue ricchezze agroalimentari. E ancora l’aeroporto di Pisa e il litorale. La Toscana, dopo anni di guida monocolore, ha bisogno di nuova linfa, di nuove idee e di nuove prospettive. Ecco perché ho deciso di accettare la candidatura a Consigliere regionale per Fratelli d’Italia alle prossime elezioni di settembre e di questo ringrazio Giorgia Meloni e i coordinatori provinciali e regionali del mio partito”.

“La Toscana ha bisogno di persone che hanno voglia di mettersi in gioco e che, soprattutto, tornino ad interpretare i bisogni delle loro comunità di riferimento ormai mortificate nel ruolo originario di sentinelle per il governo del territorio, tutto incentrato quasi ed esclusivamente su Firenze che vive, ciecamente e in modo ostile, il suo rapporto con Pisa. Una provincia bellissima con tre diocesi e molte comunità, da Sasso Pisano a Vecchiano da Marina di Vecchiano a San Miniato, che hanno bisogno di sentirsi davvero rappresentate a Firenze. In questi giorni, nel mio viaggio tra i borghi della Valdera e della Valdicecina ho incontrato e ascoltato tantissimi cittadini che mi chiedono di preservare la Toscana dai molti errori commessi in questi anni, di tornare a proteggerla e di renderla migliore. La nostra Toscana, con Susanna Ceccardi, avrà la possibilità di tornare a mettere al centro delle proprie politiche i cittadini, rispettandoli e dandogli nuove opportunità” ha concluso Bagnoli.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Numeri ancora alti quelli sui nuovi contagi giornalieri, ma nella zona tra Valdera e Valdicecina nelle ultime ore ci sono state 85 guarigioni
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

CORONAVIRUS

Cronaca