Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:PONTEDERA11°21°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 27 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Il centro di Catania scomparso sotto la forza dell'acqua

Attualità sabato 11 luglio 2020 ore 17:30

Maleodoranze ai Fabbri, soluzioni in vista

La zona da dove arrivano le maleodoranze (foto di Piero Frassi)
La zona da dove arrivano le maleodoranze (foto di Piero Frassi)

Dopo la raccolta firme dei cittadini parla l'assessore Belli: "Avviare subito una rilevazione permanente dell'impatto odorigeno"



PONTEDERA — Qualche giorno fa sono state raccolte in piazza Balducci le firme per le maleodoranze che si respirano ai Fabbri da qualche tempo. Le persone che hanno aderito sono un'ottantina. L'obiettivo della raccolta firme è chiedere un monitoraggio dell'aria da parte dei tecnici dell'ufficio ambiente comunale. I cattivi odori che si diffondono nell'area nel tardo pomeriggio, arrivano dalla vicina stalla della società Fattorie Toscane, allevamento che si trova vicino ai Fabbri.

Ad occuparsi della situazione è stato l'assessore all'ambiente Mattia Belli a cui è stato spiegato che le maleodoranze arriverebbero dalla pulizia periodica delle lettiere. Per limitare il problema l'azienda avrebbe in programma di piantare degli alberi frangivento

"Dopo aver registrato e riscontrato le criticità lamentate dall'abitato dei Fabbri di Treggiaia in merito alle maleodoranze - ha detto Belli - ho richiesto all'azienda agraria proprietaria della stalla dei bovini in via Val di Cava di fornirmi ogni informazione e dettaglio per aver contezza della gestione". 

Belli ha chiarito che dalla fattoria "sembrerebbero imputare l'origine delle maleodoranze a lavorazioni puntuali derivanti dalle lavorazioni di pulizia periodica delle lettiere combinate dalle particolari circostanze atmosferiche".

Degli alberi frangivento potrebbero essere una soluzione ma Belli vuole da subito verifiche della qualità dell'aria: "Nonostante le delucidazioni e le rassicurazioni fornitemi anche riguardo ad imminenti piantumazioni in funzione di frangivento credo tuttavia che sia necessario, indifferibile ed urgente avviare da subito una rilevazione permanente dell'impatto odorigeno sui cui esiti aggiornare eventualmente le pratiche gestionali dell'allevamento così come la conduzione aziendale. Le buone ragioni, le indiscusse qualità e le certificazioni prodotte dall'allevamento devono contemperare in primo luogo l'interesse legittimo dei cittadini residenti nelle vicinanze ad una vivibilità che non debba sperare nel vento per evitare i cattivi odori". 

"Nei prossimi giorni - ha concluso Belli - mi muoverò con gli uffici e con l'azienda per avviare subito lo studio permanente dell'impatto odorigeno ed assumere conseguentemente ogni azione utile allo scopo".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il cantiere si prolunga e arriverà fino a metà dicembre. La chiusura del ponte sull'Arno sta provocando disagi per gli automobilisti
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Maria Bascherini Ved. Chetoni Gianfranco

Martedì 26 Ottobre 2021
Onoranze funebri
MISERICORDIA Pontedera
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Lavoro

Sport

Cronaca