Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:46 METEO:PONTEDERA12°24°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 26 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Massimo Bernardini lascia 'Tv Talk', il saluto e l'addio commosso: «Devo andare, mia moglie mi aspetta»

Sport giovedì 11 aprile 2024 ore 13:30

Navarra conferma l'uscita, "Parlato con i soci, scelta aziendale"

Rosettano Navarra

L'imprenditore entrato in granata nel 2022 libererà le proprie quote, ma non taglia del tutto: "Magari ci saranno altre forme di collaborazione"



PONTEDERA — In qualche modo, nelle settimane scorse, lo aveva annunciato. A Giugno, con il finale di stagione, si concluderà l'esperienza di Rosettano Navarra come socio del Pontedera. E in un incontro avvenuto proprio oggi, giovedì 11 Aprile, l'imprenditore ciociaro ha riconfermato all'amministratore delegato, Rossano Signorini, che per il prossimo anno sportivo non farà parte della società.

"Ho incontrato un po' di dirigenti, il mister e il direttore Zocchi: era qualche settimana che non venivo e mi ha fatto molto piacere - ha spiegato - come ho ribadito al socio di maggioranza relativa e a Signorini, a Dicembre, insieme alla mia azienda, ho deciso di alleggerire il carico. Ne abbiamo parlato, tutti gli impegni sono stati rispettati e lo saranno fino a fine stagione: del resto, nel calcio metto soldi da una vita, per me è una grandissima passione".

Con il suo 31%, Navarra è infatti il secondo socio dietro proprio a Ecofor Service Spa. "Sia chiaro - ha aggiunto - non ho nessuna idea o altro progetto in piedi: si tratta semplicemente di una scelta aziendale. Non è escluso che rimanga in qualche modo collegato, magari sulla parte sportiva: mi piace e magari troveremo il modo per continuare a collaborare in qualche modo".

I tifosi granata in gradinata

Proprio sulla parte sportiva, giorni fa, Navarra aveva rilasciato un'intervista che aveva provocato la risposta tanto di Signorini, quanto del presidente Simone Millozzi, in difesa di mister Max Canzi e del direttore sportivo Moreno Zocchi. Secondo l'imprenditore, soltanto un malinteso: da parte sua, l'intenzione era quella di spronare la squadra.

"Dopo quella polemica non ci eravamo più incontrati con Zocchi e Canzi, ma abbiamo chiarito subito il motivo che mi ha spinto a dire certe cose - ha precisato Navarra - per me non era certo importante stabilire chi avesse ragione o chi avesse torto: tutti lavoriamo per il bene del Pontedera. Ci siamo parlati in tutta tranquillità, c'è grande rispetto tra noi. Anche perché, le scelte su Zocchi prima e Canzi poi, sono state prese direttamente o avallate da me: non sono solito rimangiarmi le parole. E poi i numeri dicono quanto abbiano fatto bene. Anche nelle migliori famiglie capita di avere visioni diverse: l'importante è che il confronto sia servito".

Mister Max Canzi

Adesso, prima dell'uscita dalla società, ci sono le ultime tre partite di campionato e, sperabilmente, i playoff. "Essere un vincente e avere degli obiettivi significa non accontentarsi mai - ha detto - è chiaro che il Pontedera non possa che essere più che soddisfatto delle ultime due annate. A Dicembre, però, eravamo in una posizione importante, conquistata senza regali. L'obiettivo è certamente la salvezza, ma una volta raggiunta non possiamo limitarci: da imprenditore e caratterialmente voglio sempre provare a migliorare. Concludiamo nel migliore dei modi la stagione, poi agli spareggi inizia una storia tutta diversa".

"Noi possiamo poi contare sui giovani: quando ci sono loro in campo, non ci sono limiti alla crescita e al miglioramento, anche in pochissimo tempo - ha proseguito Navarra - non dobbiamo fare altro che copiare quelli più bravi: in Serie A ci sono società, come l'Empoli, che costruiscono giovani eccezionali. Qualcuna, come l'Atalanta, è andata ben oltre, ottenendo grandi risultati. Noi dobbiamo farlo in Serie C".

Ianesi in granata

E tra i giovani che hanno brillato, in questa stagione, ce ne sono molti: da Angori a Ignacchiti, passando per Ianesi, che sembra essere già corteggiato da diverse società, anche di Serie B. "Voglio fare anche un altro nome - ha concluso - domenica (nella gara con l'Ancona, ndr) Vivoli ha dimostrato ampiamente di poter stare in questa categoria. Con i portieri abbiamo avuto sfortuna per gli infortuni, ma lui ha sempre lavorato e ha colto l'occasione".

Pietro Mattonai
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno