Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:47 METEO:PONTEDERA17°30°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 18 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Il ct della Russia «sfida» Ronaldo: stappa la Coca Cola e la beve in conferenza stampa

Lavoro sabato 08 maggio 2021 ore 11:17

Piaggio, Cgil, "Nessun conguaglio ai lavoratori"

Il sindacato Fiom Cgil:"Piaggio distribuisce dividendi agli azionisti, ma per i lavoratori nessun conguaglio del premio"



PONTEDERA — "Come avevamo previsto, anche quest’anno il premio concordato con l’azienda a gennaio 2020 non darà risultato, quindi non ci sarà nessun conguaglio per i lavoratori del gruppo Piaggio".

Lo dicono la Fiom Cgil nazionale, Fiom Cgil Venezia, Fiom Cgil Pisa, Fiom Cgil Lecco, Coordinamento Rsu Fiom Gruppo Piaggio.

"I ricavi della Piaggio aumentano e vengono distribuiti dividendi agli azionisti, ma ciò non accade per i lavoratori", spiega ancora il sindacato.
"Gli unici aumenti salariali ci sono stati perché nell’accordo avevamo stabilito il riconoscimento di incrementi economici sugli acconti mensili, ma il risultato a conguaglio per far scattare ulteriori premi, ancora una volta, non sono maturati.
Bisogna provare a riconsiderare i parametri del premio affinché siano più performanti, non ci sembra giusto che di pari passo alla crescita aziendale non migliorino anche i salari dei lavoratori.
Con il rinnovo del contratto aziendale di gruppo siamo ritornati anche a discutere di occupazione, nell’ultimo anno sono state fatte molte assunzioni, adesso bisogna creare le condizioni per arrivare alla stabilizzazione dei contratti a termine, ben sapendo che questa organizzazione sindacale non firmerà accordi di prossimità. C’è ancora da gestire una fase pandemica difficile, ma nel frattempo le persone hanno cambiato abitudini e rivalutato le due ruote come mezzo per muoversi in sicurezza".


"Siamo convinti - conclude la Fiom - che il gruppo Piaggio possa ritornare ad alti livelli e ad importanti incrementi produttivi, questo sicuramente è dovuto anche agli investimenti fatti, ma vi deve essere una migliore qualità delle condizioni di lavoro, investimenti sul microclima e più redistribuzione economica per tutti i lavoratori.
Qualsiasi modernizzazione può avvenire se fatta con il consenso dei lavoratori ed il miglioramento delle loro condizioni.
Va infine aperta una discussione sul sistema produttivo complessivo e l’indotto, mentre con le Regioni ed il Governo va affrontata una seria discussione sulla prospettiva della mobilità nel nostro paese e in Europa".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Le fiamme divampate nel pomeriggio in località Colle del Rosselmini - La Croce. Il Comune invita a fare attenzione e a non intralciare l'antincendio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Nila Biasci nei Doveri

Martedì 15 Giugno 2021
Onoranze funebri
Mancini & De Santi Capannoli, Fornacette
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Cronaca

Attualità

Attualità