QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 9° 
Domani 9° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 11 dicembre 2019

Attualità giovedì 26 maggio 2016 ore 14:30

Premiati i giovani talenti del latino

Si è concluso con la cerimonia al Museo Piaggio il 34esimo Certamen in Ponticulo Herae. Tre gli studenti della Valdera arrivati fra i primi nove



PONTEDERA — Qualcuno che il latino è una lingua morta. Eppure senza accorgercene, continuiamo a usarla ogni giorno, in quello che diciamo e scriviamo. Perché in fondo rappresenta le nostre origini e come tali non sono morte, ma immortali. E' questo un po' il sentimento che vuol trasmettere l'ormai tradizionale Certamen in Ponticulo Herae, il concorso a premi sulla traduzione e interpretazione di passi di autori latini giunto quest'anno alla sua 34esima edizione e di cui si è tenuta stamani al Museo Piaggio la premiazione.

Alla mattinata erano presenti il sindaco di Pontedera Simone Millozzi, l'assessore all'istruzione Liviana Canovai, la docente dell'università di Modena e membro dell'associazione di cultura classica Cecilia Robustelli, la presidente della sezione locale dell'associazione Laura Marconcini e la professoressa Molinari della giuria tecnica.

Alla gara, che si è svolta come da tradizione al liceo classico Andrea da Pontedera domenica 15 maggio, ha messo alla prova studenti della quinta Ginnasio e del secondo anno dei licei scientifici, linguistici e si scienze umane, provenienti da molte scuole superiori sparse in tutta la Toscana.

Purtroppo, sono stati pochi gli studenti degli istituti pontederesi che sono riusciti a classificarsi fra i primi nove.

Per quanto riguarda il Certamen abbiamo Gaia Tremonte del liceo XXV Aprile che si è classificata terza nella sezione del classico, Matteo Pratelli sempre del XXV Aprile arrivato ottavo nella sezione dello scientifico, Miriam Pepoli del Montale classificata nona fra i linguistici e scienze umane.

Nella gara di greco, l'Agon, promosso e sostenuto dai familiari di Beatrice Pelagagge, studentessa quindicenne del classico di Pontedera scomparsa nel 2011, ha visto arrivare sul podio per il primo e secondo posto proprio due liceali nostrane, rispettivamente Sofia Mao e Chiara Bolognesi del XXV Aprile.

ll prestigioso concorso viene ogni anno ideato e organizzato dalla locale sezione dell’Associazione Italiana di Cultura Classica, in particolare nella figura della professoressa Laura Marconcini, al fine di sviluppare nei giovani l’amore per la cultura degli antichi.

Gli alunni delle V Ginnasio e del secondo anno dei licei hanno dovuto tradurre, interpretare e commentare passi di Cicerone, Valerio Massimo e Platone.

Sul gradino più alto del podio sono arrivati: Iris Kokalari del Copernico di Prato (scientifico), Gaia Palmerini del Carducci di Viareggio (linguistico) e Davide Bacigalupi del Repetti di Carrara (classico). 

A tutti è stato consegnato un pregiato volume di letteratura classica e l'attestato di partecipazione.

Come ogni anno, i premi da 100 fino a 500 euro per i primi nove classificati, sono stati offerti dai Comuni di Pontedera, Calcinaia, Peccioli, da Geofor, Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato, Fondazione Piaggio, Lions Club Pontedera Valdera, Lions Club Pontedera, Marinella Pasquinucci (in ricordo dei genitori Renzo e Giuliana), soci Aicc, Andrea Bocelli, Banca di Credito Cooperativo di Pisa e Fornacette, Banca Popolare di Lajatico, Il Timbro, Intergomma (in memoria di Enzo Fornaciari), Rotary Club Pontedera, Inner Wheel.



Tag

Renzo Bossi: «I 49 milioni erano sul conto quando papà se ne andò»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità