QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 21°25° 
Domani 22°33° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 23 luglio 2019

Politica venerdì 31 marzo 2017 ore 13:30

Rifiuti, "Il modello toscano sta facendo danni"

Si Toscana a Sinistra critica le scelte della politica locale e l'idea del gestore unico: "Si vuole esportare la gestione mista pubblico-privato"



PONTEDERA — Il gruppo di Si Toscana a Sinistra ha bocciato le modifiche al piano regionale dei rifiuti. Gli esponenti pisani della forza politica commentano con un plauso la scelta dei colleghi in Regione e indirizzano dure critiche agli amministratori della Valdera.

"In particolare nella vicenda dell'inceneritore di Casa Passerini si rivedono le bugie del 2010 quando nella nostra provincia, Ecofor Service mise in campo il progetto di un impianto di dissociazione molecolare da installare a Gello di Pontedera - scrivono da Si Toscana a Sinistra - spacciando una tecnologia vecchia e pericolosa per necessaria al fabbisogno dell'Ato Costa per l'incenerimento di rifiuti speciali, mentre a qualche esponente politico locale del Pd scappava di bocca la scelta industriale del territorio, da metalmeccanico a vocato al trattamento dei rifiuti".

"Allora ci pensarono i cittadini riuniti in un comitato a spegnere le velleità industriali della “politica” - proseguono in una nota stampa gli esponenti provinciali di Si Toscana a SInistra - ma immediatamente dopo si propose il mega ampliamento della discarica di Legoli nel comune di Peccioli, altri 4,5 milioni di metri cubi da stoccare in discarica, una ignobile montagna di rifiuti non prevista dal piano interprovinciale e non sottoposta ai cittadini come programma politico".

"Non dobbiamo mai dimenticare questi antefatti quando si ragiona di strategia per la raccolta e lo smaltimento di rifiuti, siano essi RSU o RSNP e non dobbiamo fingere di non sapere che l'impianto TMB di Legoli sarà senza dubbio utile a superare la norma nazionale che riprende la direttiva europea che impone il trattamento del rifiuto indifferenziato prima dello stoccaggio definitivo in discarica ma non è utile a niente in termini di tutela ambientale e i rilievi di Asl e Arpat sono li a dimostrarlo".

Si Toscana a Sinistra parla anche della discarica de La Grillaia nel comune di Chianni: "Nel disinteresse della politica - dicono - produce percolato e viene riesumata a intermittenza in occasione dei vari tentativi di riattivarla da parte della proprietà".

"Il modello toscano che tanti danni ha fatto e sta facendo nella gestione mista pubblico-privato delle risorse, basti pensare all'acqua, lo si vuole esportare anche sui rifiuti con la brillante idea del gestore unico per l'Ato Costa - concludono da Si Toscana a Sinistra. - Intanto la gara per l'individuazione del gestore è stata cancellata nel gennaio scorso per mancanza di soggetti interessati dopo 34 mesi dall'apertura del bando e se ne sta mettendo in campo una nuova mentre la raccolta differenziata è lasciata al buon cuore di qualche amministrazione locale virtuosa".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Sport

Cronaca