Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:PONTEDERA13°26°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 23 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Giacomo Sartori, continuano le ricerche del 29enne scomparso: il video postato dalla famiglia su Fb

Politica giovedì 13 settembre 2018 ore 12:10

"Pontedera SiCura", primo manifesto elettorale

Il duo Matteo Arcenni-Matteo Bagnoli lancia la campagna del centrodestra per le comunali della prossima primavera



PONTEDERA — Anche se non ancora negli spazi ufficiali della campagna elettorale, sono comparsi su molti "muri" di Pontedera, regolarmente tramite il servizio affissioni, coloratissimi manifesti dal titolo Pontedera SiCura e con un indirizzo e-mail di riferimento (pontederasicura@gmail.com). 

E' un'altra, ma la prima tipicamente elettorale, delle iniziative della coppia Matteo Arcenni-Matteo Bagnoli, capannolese ma politicamente pontederese il primo, pontederese il secondo, entrambi di Fratelli d'Italia ma sostenitori del centrodestra unito, unico mezzo per puntare alla conquista di Palazzo Stefanelli che da 73 anni, pur con evoluzioni e alleanze di vario genere, è governato dalla sinistra-centrosinistra.

Lo slogan è a doppio senso e comprende il concetto-messaggio che per ottenere una Pontedera sicura bisogna curarla. Il centrodestra non ha ancora scelto il candidato sindaco - come del resto il centrosinistra che però ha già indicato la via delle primarie, come (quasi) 10 anni fa quando Simone Millozzi la spuntò di Daniela Pampaloni e Renato Lemmi per poi vincere al primo turno le elezioni a primo cittadino - ma fra i "possibili" ci sono anche Arcenni e, come alternativa, Bagnoli. Due giovani ai quali tutto si può contestare salvo che da anni non siano super attivi. Entrambi, fra l'altro, promotori anche dell'iniziativa di distribuzione alle famiglie e singoli indigenti italiani di pacchi alimentari e vestiario che viene effettuata già da anni nella ex sede del Msi e poi An in via Cavallotti, iniziativa propagandata attraverso la sigla "associazione Mina Boschi", in ricordo della professoressa missina che fu la prima donna presente in consiglio comunale e ora nuovamente diffusa attraverso altri manifesti presenti in questi giorni sui muri di Pontedera.

Mario Mannucci
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Prossima apertura, nella prima settimana di Novembre, di PokèFlash, in Piazza Martiri Della Liberta. Ecco le figure richieste
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Lavoro

Attualità

Attualità