comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:40 METEO:PONTEDERA8°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 19 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Governo, sì della Camera alla fiducia a Conte: maggioranza assoluta con 321 sì

Attualità martedì 03 marzo 2020 ore 11:29

"Stiamo pianificando uno sviluppo sostenibile"

Il progetto di recupero della ex Crastan

Così il sindaco Franconi sui piani attuativi approvati nell'ultimo consiglio comunale, relativi a ex-Crastan, ex-Ceccanti e area del Chiesino



PONTEDERA — Nell'ultima seduta consiliare l'assemblea cittadina ha approvato alcuni interventi urbanistici che, secondo il sindaco Matteo Franconi, sono destinati a "rivoluzionare" alcune aree della città.

"L'obiettivo dell'amministrazione è quello di pianificare uno sviluppo sostenibile - ha commentato il primo cittadino - dando ai privati strumenti per riqualificare il patrimonio edilizio esistente e contenere il consumo di suolo: immobili ormai dismessi da molto tempo che saranno destinati a nuove funzioni urbane attraverso gli strumenti della rigenerazione e della perequazione a distanza".

L'amministrazione, dunque, dà il via libera ad alcuni progetti presentati da privati, mettendoli nelle condizioni di affrontare investimenti sostenibili. Per la collettività questi interventi si tradurranno in nuove infrastrutture viarie e nel recupero di aree degradate, anche con l'obbligo di prevedere alloggi di edilizia convenzionata o Erp, a fronte di un consumo di suolo contingentato. 

Questi, in estrema sintesi, i piani attuativi approvati:

- il recupero funzionale del compendio ex Crastan la cui riqualificazione consentirà la presenza di nuovi parcheggi pubblici, la presenza di una piazza e di uno spazio espositivo culturale legato alla storia della città e dell'azienda, l'insediamento di piccole e medie attività commerciali e direzionali, un nuovo collegamento tra via Primo Maggio e la Toscoromagnola;

- la rigenerazione dell'area in cui oggi insiste l'ex fonderia Ceccanti con la previsione di un comparto residenziale a basso impatto ed inserito nell'ambiente circostante.

"Una parte importante dei volumi di questi due grandi contenitori  - ha aggiunto Franconi - atterrerà nel comparto del Chiesino", per il quale sono previsti interventi di urbanizzazione comprensivi di viabilità, verde pubblico, parcheggi e mobilità ciclabile.



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità