comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 23°37° 
Domani 21°36° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 09 agosto 2020
corriere tv
Bomba d'acqua a Messina: frana sulla panoramica dello Stretto

Politica giovedì 13 febbraio 2020 ore 16:28

"Intanto Sonetti e Franconi chiedano scusa"

Barabotti, Pandoli, Petralli e Crespina

Sul caso della strada di Patto La Lega non esige, come Fdi di Bagnoli, le dimissioni immediate del sindaco già assessore ai lavori pubblici



PONTEDERA — "Sonetti e Franconi dovrebbero chiedere scusa", ha detto il commissario Giorgio Petralli della Lega di Pontedera chiudendo la conferenza stampa sul caso strada di patto. Conferenza che Petralli aveva aperto definendo "lo scandalo più grosso che abbia coinvolto il comune di Pontedera" l'ormai nota questione dei tre funzionati comunali accusati dalla procura regionale della Corte dei Conti d'aver danneggiato il Comune non facendo rispettare alle imprese i parametri previsti. 

"Furono Pandolfi e Barabotti, allora di Forza Italia- ha ricordato Petralli - a presentare la denuncia contro quella strada che di giorno in giorno crollava, mentre dal Comune e dagli assessori si sentiva continuamente dire che i problemi venivano dal sale usato per la strada, dal ghiaccio e dall'acqua...". "La Lega - ha concluso Petralli - inizierà ora una campagna di volantinaggi per spiegare ai cittadini cosa è successo".

Barabotti e Pandolfi il giorno che presentarono l'esposto sulla strada di patto

"Siamo garantisti - ha invece esordito Domenico Pandolfi (ora nella Lega), con accanto la ex collega Federica Barabotti - ma questa è comunque una sconfitta dei cittadini. Al massimo recupereremo qualcosa ma non certo tutti i 9 milioni spesi per questa strada che fin dall'inizio, fin dall'amministrazione Marconcini, si rivelò un colabrodo. Il Comune ha la colpa di non aver fatto sorvegliare i lavori dai suoi funzionari e soltanto quando noi abbiamo presentato un esposto alla procura anche il sindaco Millozzi si è mosso. E se è vero che ora interverrà l'Anas per sistemare a dovere la strada di patto, saranno pur sempre soldi fatti spendere ai cittadini".

"Per la verità - aggiunge Pandolfi - anche altri lavori del Comune sono riusciti male mentre va rilevato che per lungo tempo non ci hanno fatto vedere gli atti e i piani della strada di patto. Siamo garantisti - ancora Pandolfi - ma ci sembra che le responsabili politiche sono evidenti, mentre due ditte si rifiutarono addirittura di prendere il posto di quella fallita, forse temendo qualcosa. Un fallimento, comunque, che pare abbia procurato forti guadagni alla ditta, tanto che si parla di centinaia di migliaia di euro".

Anche Federica Barabotti è intervenuta confermando 'le colpe' del Comune: "E la presenza di Franconi prima come assessore ai lavori pubblici e ora sindaco - ha detto l'ex consigliera di Forza Italia - rappresenta una continuità evidente anche se non chiediamo le dimissioni".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Elezioni 2020

Cronaca

Politica

Cronaca